giovedì 30 dicembre 2010

BILANCIO PODISTICO 2010 E PROSPETTIVE ( OTTIMISTICHE ) 2011

Che dire, quest'annata non è stata producente, un po come quella del vino nel 2003....
se posso usare un termine adeguato, direi che è stata una chiavica.
Se non per brevissimi momenti, non ho mai trovato una forma decente. La causa di ciò credo sia stata principalmente dalla poca voglia che, vedendo gli scarsi risultati in un determinato tipo di preparazione, mi faceva saltare a tutt'altra nella speranza che,  potesse andare meglio.
Certo, seguivo anche l'istinto del momento che può essere giustissimo per un amatore, ma che non ottimizza e finalizza nulla.
Potrei anche dare la colpa all'alimentiazone approssimativamente corretta ma, facendo ancora più schifo, negli anni passati, avevo ottenuto risultati nettamente migliori, quindi ho sbagliato l'allenamento e la testa, mi ha mollato più volte e basta !!
Ora mi sembra di aver rimesso la " testa sulle gambe ", quindi pian piano cercherò di tornare fisicamente e mentalmente quello di 2 fa, però più forte !! :-))
Obiettivi..eh, non voglio sbilanciarmi, poichè l'esaltazione del momento potrebbe lanciarmi verso traguardi impossibili, però banalmente, cercherò di scendere sotto le 3 ore e 10 nella maratona, sotto i 39 nei 10 mila e sotto l'1.26 nella mezza, poi a fine anno, un'altra maratona sotto le tre ore  !! sogno ? si, sogno !! e allora ??
buonanotte a tutti

giovedì 23 dicembre 2010

TANTI AUGURI DA STOPPRE, THE BLACK NIGHT, THE RAIN, THE FOG AND THE FOX

Ieri sera in palestra, anche se mi scocciava molto, ho eseguito un 10 x 100 sul tapis in quanto, le condizioni della strada e il tempo, non era adatte, neanche per chi come me, corre con qualunque meteo.
Devo dire che non è stato così male, dopo un riscaldamento di 5 km corso a velocità tra 10.2 e 13 ( velocità percepità da me, nettamente più impegnativa ) e un'inclinazione dell'1% per simulare al meglio la falcata, ho fermato il tappeto per poi farlo ripartire inclinandolo tra il 10 e il 12 % e una velocità tra i 14.5 e i 15.5 km/h calcolando 100m dal raggiungimento dei parametri impostati. La parte difficile era poi, far rallentare e declinare il tappeto ogni volta senza ammazzarsi, quindi ripartire dopo un recupero di circa 1' camminato a 5 km /h. Ogni volta arrivavo col cuore in gola pensando : " ora muoi !! ",poi dopo poco in realtà, mi riprendevo.
Stasera invece ho corso nuovamente per 10 km in pista ciclabile, forse nonostante il buio, il posto più sicuro, non essendoci macchine e coglioni che rischiano di investirti ad ogni incrocio.
Realmente, pur avendo la lampada frontale, tra la pioggia, il buio, un po di nebbia a banchi, avevo un po di timore, pensando : " e se adesso alle spalle mi assale un leone o un orso grizzly, come mi comporto ?? "
L'atmosfera era uguale al film  " un lupo mannaro americano a Londra " e anche per un maschione come me, c'era un po di timore.
Al 6° km ho rischiato l'infarto quando a 10 m mi ha attraversato una bestia strana, la illumino con la lampada frontale e scorgo una bellissima coda... era una volpe !!
Riprendo a correre regolare e chiudo i 10 km a 4.57 /km, arrivo a casa sporchissimo e mi appago entrando nella doccia vestito per togliere la terra anche dall'abbigliamento.
BUON NATALE A TUTTI !!!

martedì 21 dicembre 2010

SUGGESTIVA CORSA IN CICLABILE

Questa sera, qui a ciriè nevicava, in meno di un'oretta un velo di mezzo cm aveva già imbiancato le strade e, quale migliore occasione per farsi un bel giro tra Cirie e Grosso passando dalla ciclabile ?!
Lo spettacolo era mozzafiato, la strada che al buio normalmente non di vede, era tracciata benissimo dalla neve e, correre su quel velo bianco, aveva creato un romantico clima natalizio, mi sembrava di scorgere in lontananza i re magi, le pecore invece, è normale incontrarle.
Il rumore dei passi sulla neve e i fiocchi che mi toccavano nella penombra, mi facevano provare una sensazione nostalgico-romantica.
Una scorreggia decisa, di quelle che creano vibrazioni anche leggermente dolorose, mi faceva ritornare presto alla realtà, ricordandomi che non ero li per saltellare nella neve come una verginella ma, per allenarmi !!
Le sensazioni sono state buone, ho tenuto un passo medio intorno ai 4.55/km, nonostante la neve e le scarpe da trail indossate, mi rallentassero un po.
Bellissima corsa, una di quelle che rimangono nella memoria, peccato essere stato da solo.

...poche cose sono impossibili, bisogna solo crederci e volerle davvero ( usando la testa.. )

sabato 18 dicembre 2010

PERCHE' PERDO TEMPO SU STO CAZZO DI BLOG ??

...in effetti non ho una sola risposta risposta, ne ho diverse.
Principalmente mi da molta soddisfazione pensare che via web, ci sia qualcosa scritto da me, vuoi che siano allenamenti, gare, musica o stronzate per ridere o piangere un po.
Il mio blog è nato per parlare pricipalmente di corsa, ma poi mi sono reso conto che IO, non sono solo corsa e ,condividere altri piaceri con chi visita il mio blog, mi stimolava.
Forse se avessi ottenuto risultati migliori, il mio ego sarebbe stato soddisfatto solo dallo scivere di corsa, ma essendo appena un mediocre, ho cambiato registro.
Scrivo ciò che voglio, in base ad umori, momenti e gradazione alcolica nel sangue.
Mai farò come quei soggetti che moderano o bloccano i commenti ai loro post, perchè risultano troppo " forti " e comunque contro le loro idee..allora che cavolo condividi su un blog le tue esperienze se poi vuoi che scrivano quello che ti aspetti/eresti ??? 
Il giorno che farò un post per avere l'approvazione di qualcuno e chiedere di non trattarmi più male, allora sarò veramente arrivato alla frutta ( marcia ).
Per il resto, quando parlo di un allenamento o di una gara che penso di aver fatto bene, allora mi aspetto risposte di approvazione e incoraggiamento, l'idea di stupire o interessare un po chi mi legge, mi diverte e soddisfa momentaneamente ; toh, guarda quanti commenti, allora sono un grande, si , un grande coglione !!
A volte ho persino l'idea del titolo del post mentre corro, un titolo endorfinico e d'impatto che, sicuramente avrà un feedback notevole, sensazionale. ah ah ah. devo sapere tutti che risultatone ho fatto..
L'idea che il mio blog possa essere un diario, è da tempo superata, poichè non mi sono mai riletto ne penso che lo farò, i miei post a distanza di tempo.
Obbiettivamente, non andrò mai a rivedere che tipo di allenamento avevo eseguito, quando feci quel tempo !! ma siamo mica matti !?
A volte nei miei post, ci sono anche messaggi cifrati e codificati :-))
Tramite il blog, ho conosciuto anche diverse persone che tuttora frequento, altri che era meglio non vedere neanche da lontano, altri a cui spero di stringere la mano in futuro, quindi questo è un altro motivo che da senso a tutto questo tempo perso a digitare.
Mi piacciono i blog dei " non vincenti ", forse perche mi assomigliano, mi annoiano invece quelli che hanno sempre una risposta a tutto e a cui il mondo sembra sorridere sempre, tanto si sa che non è mai così, anzi spesso sono i più rovinati dentro...
anche questo mio post non ha alcun vero senso, però mi andava di scriverlo usando il mio tempo, sottraendo qualche minuto al riposo e ad un altro assurdo passatempo.. la vita.

martedì 14 dicembre 2010

IL RISULTATO E' SEMPRE 5

Da circa 15 giorni, ho iniziato la cosiddetta " preparazione invernale ", che da una parte dovrebbe rigenerarmi e dall'altra creare le basi per la ripresa della velocità, ma di questo se ne parlerà tra gennaio e marzo.
Mai programma fu più facile, praticamente un solo lavoro di forza specifica settimanale, ovvero sprint in salita ( 10 % circa ) di 100 metri, cercando di rimanere decontratto e correre spingendo bene con caviglie e braccia.
Più in la, farò delle ripetute in salite più facili di 1 km, mantenendo il più possibile la spinta.
Il resto degli allenamenti, sono tutti lenti compresi tra 4.45 e 5.10-15 con media finale abbastanza facile di 5'/km.
Nel fine settimana, c'è sempre un lunghino che  non supera mai i 15-18 km tranquilli e a sensazione, domenica ad esempio, stavo bene e le gambe mi hanno portato a correre a 4.50, dopo che il sabato ne avevo corsi 12 a 4.46.
Di testa mia, in uno dei 5 giorni a settimana in cui corro, ho inserito del fartlek 1'/1', giusto per svegliare un po le gambe.
Ovviamente non può mancare la palestra, con 2 sedute settimanali.
Negli altri giorni non mi alleno :-))
Buonanotte

così faceva esplodere lo stadio...

mercoledì 8 dicembre 2010

M.JACKSON E F. MERCURY GLI FACEVANO LE PIPPE.....



..PERCHE' NE HANNO TRATTO SPUNTO, PERO' ORA LUI....



...CERTO, LE VOCI ERANO ALTRE, MA LA FISICITA' E' STATA CHIARAMENTE UNA FONTE D'ISPIRAZIONE.
MITO E' CHI RESISTE !!!

venerdì 3 dicembre 2010

IL FERRO RIGENERA MUSCOLI, OSSA E... UN PO ANCHE I TENDINI !!

...non sto parlando del minerale, bensi del ferro del bilanciere, dei dischi e dei manubri !!
Ogni volta me ne dimentico e quando trascuro il lavoro con i pesi, il mio corpo ha qualche cedimento strutturale e muscolare, d'altronde il mio fisico si è formato lavorando fin da ragazzino, con queste diavolerie.
A parte ciò, sono sicuro che far lavorare diversamente il muscolo e in maniera isotonica, certamente da un input diverso da quello della corsa, che è essenzialmente isometrica.
In un certo senso, anche se in maniera indiretta, è come se correndo si cambiassero i punti d'appoggio e lo stress continuo su un determinato punto osseo e muscolare, fosse compensato dall'attivazione di altre fibre li contigue.
Lo squat completo ( più che parziale ), gli stacchi, il calf in piedi ( meglio singolo per gastrocnemio) o da seduto ( soleo ), gli slanci pel glutei frontali e laterali (abd e add ), affondi frontali e laterali, al limite una pressa orizzontale e un leg curl, sono i miei cavalli di battaglia. Lat machine avanti e rematore con bilanciere, completano la fortificazione e rigenerazione del mio telaio. Per gli addominali, dedico almeno una seduta a parte...
Inoltre, per quanto mi riguarda,il giorno dopo una buona seduta di pesi, gli acciacchi a glutei, femorali e adduttori, migliorano in maniera sensibile, dopo 3 sedute diventano praticamente nulli !!
Tutte le altre varianti ( utilissime in alcuni casi ), per ciò che voglio ottenere attualmente, non mi servono.
Il mio fisico è da considerarsi obsoleto e senza fronzoli, devo rimanere compatto, forte e reattivo e, se allenato nella maniera giusta, probabilmente potrò ottenere ancora qualcosa, se mi perdo nelle finezze, vuoi per la scarsa propensione alle regole, vuoi per come sono FATTO  fisicamente, otterrò qualcosa che rimarra sempre nel purgatorio.
1- non ho il fisico da maratoneta, devo puntare a qualcosa di più breve e allenare al meglio quello.
2- non ho il fisico da corsa in montagna, sono troppo pesante e la mia muscolatura andrebbe bene solo per uno sprint in salita.
3- i risultati migliori, li ho ottenuti in condizioni muscolari da semi body builder...se perdo la gamba, come posso portarmi in giro un tronco da oltre 105 cm di torace ??
4- la palestra mi piace, quindi perchè confondermi e complicarmi ancora le idee ??

       

    

mercoledì 1 dicembre 2010

GODERE DEL BUIO E DEL SILENZIO

Potrà sembrare macabro e asociale anzi, forse un po lo è, però come ribadito più volte, ci sono alcune serate in cui correndo, l'atmosfera che si crea intorno a te ( anzi a me ), diventa surreale e quasi magica.
Un po di neve qua e la, qualche luccichio di ghiaccio sull'asfalto e le gambe che girano regolari, fanno diventare una corsa, quasi come una seduta di meditazione trascendentale.
Correre da solo e nel silenzio, ti fa entrare in uno stato di semi trans ( che non è un paese di travestiti..), un po d'introspezione diventa d'obbligo
 Forse a qualcuno, guardarsi dentro fa paura, a me no, anzi quando sto fisicamente bene, non c'è corsa in compagnia con parole di cortesia e condivisione, che valga il silenzio dei propri passi e del proprio respiro.
 Il buio non ti distrae verso un panorama particolare e, come stasera, neanche una stellata ( essendo nuvoloso ).
Lo sguardo perso nel vuoto che non guarda nulla se non la strada, alla fine di tutto, crea l'illusione di aver visto cose che in realtà, abbiamo solo immaginato in quella mezzoretta di corsa.
Questo è quello che amo della corsa, se poi si riesce a fare anche un buon allenamento, tutto di guadagnato.
Oggi 4.5 km di riscaldamento e poi 12 x 100m in salita a circa 21'' di media e udite udite, neanche un principio di crampi, sarà che sto integrando il magnesio ??




Parole come violenza
Rompono il silenzio
Arrivano schiantandosi
Nel mio piccolo mondo
Sono dolorose per me
Mi penetrano direttamente
Non puoi capire Ragazzina
Tutto ciò che ho sempre voluto
Tutto ciò di cui ho sempre avuto bisogno
È qui nelle mie braccia
Le parole sono davvero superflue
Possono solo fare male
Le promesse sono fatte
Per essere spezzate
Le emozioni sono intense
La parola è banale
I piaceri rimangono
Così fa la paura
La parola è insignificante
E obliabile
Tutto ciò che ho sempre voluto
Tutto ciò di cui ho sempre avuto bisogno
È qui nelle mie braccia
Le parole sono davvero superflue
Possono solo fare male.

ps. chiedo scusa in anticipo a guido, per eventuali errori di sintassi, se me lo dirai, cercherò di correggere nel più più breve tempo possibile. grazie

domenica 28 novembre 2010

CORSETTA TRA BORDIGHERA E VENTIMIGLIA...

Purtroppo questo week end ligure è terminato; insieme a stopprina, abbiamo alloggiato a seborga ( che meriterà un post a parte ), visitando inoltre un paesino arroccato stupendo, ovvero apricale, considerato uno dei borghi più belli d'Italia.
Il tempo non è stato assolutamente dalla nostra, infatti all'arrivo nel paese, nevicava in maniera copiosa.
Per fortuna nel pomeriggio di ieri, il tempo è migliorato, lasciandoci fare una sgambata di una decina di km sul lungomare tra ventimiglia e bordighera, un posto che sembra fatto a posta per i runners, percorso piano, con ovvia visuale sul mare. Oggi invece, pioggia tutto il giorno, che sfiga !!
inotre, oltre a correre e visitare, abbiamo mangiato molto ( come al solito direte voi ..), ed un ristorante come questo, difficilmente lo ritroverò, porzioni incredibili e sapori indescrivibili, ve lo consiglio !!


:

venerdì 26 novembre 2010

PICCOLO ANTICIPO DI PROGRAMMA

Oggi, in vista dell'inizio del del programma invernale, ho corso 5 km di riscaldamento a 5', quindi 10 x 100 in salita intorno all'8-10 %, con ritmi compresi tra i 21 e 23 secondi. Questo perchè la settimana prossima dovrò correrne 12 ed obbiettivamente, volevo verificare come mi sentivo.
obbiettivamnete, ho faticato meno a fare il lavoro che il riscaldamento, nel quale mi sentivo spossato.
Purtroppo il sistema immunitari mi ha fottuto per la seconda volta, rendendomi vulnerabile ad una brutta infezione delle alte e medie vie respiratorie, con necessità di terapia antibiotica ( oggi è il 5° giorno ).
Comunque ho corso le salite in maniera sciolta, con un impegno del 90 % credo, non volevo finire sfatto.
Domani e domenica probabile riposo, infatti ci siamo regalati un week end a seborga.
Non è comunque esclusa una corsetta collinare del principato.
Dalla prossima settimana si inizierà poi a fare un po più sul serio, ma senza esagerare ne.....

eccolo, uno di noi !!

OGNUNO HA I SUOI MOTIVI.....

SARA' LA VOGLIA DI GODERE DI TUTTO IL GODIBILE ??

giovedì 25 novembre 2010

LA QUIETE PRIMA DELLA PIOGGERELLA

Dopo la pessima annata podistica appena finita, culminata con una maratona ( diventata poi poco più di una mezza ), corsa più che altro per non avere poi, il rimorso di non averci neanche provato, la settimana scorsa ho riposato 5 giorni poi, sabato e domenica, ho fatto 2 uscite a sensazione di 6 km circa, con discrete sensazioni, anche se la voglia di correre, non era ancora sulla zona verde.
Psicologicamente, il fatto che la maratona ( in qualsiasi modo ) sia passata, mi ha riaperto le prospettive per una nuova preparazione, mirata a ricostruire le caratteristiche di base della mia corsa.
Con una preparazione progressiva, partendo dal 1 dicembre, lavorerò sulle caratteristiche che ritengo aver trascurato o che comunque, pessimamente lavorato, a causa dei troppi e repentivi cambi di programma.
Inizierò con un primo periodo di costruzione e potenziamento muscolare, in cui cercherò di migliorare la resistenza aerobica e la forza sia generale che specifica, poi un secondo step in cui cercherò di lavorare sulla potenza e capacità aerobica e poi, ricomincerò col periodo agonistico che per quanto mi riguarda, sarà graduale, ovvero un 10 mila ad aprile e forse qualcos'altro che comunque, non andrà oltre i 12-15 km. Non escludo, se avrò trovato un discreto stato di forma, i cross invernali.
Poi forse, il campionato canavesano, ma senza ammazzarmi di gare, magari 3 in un mese al max.
Il resto dell'anno, per ora, non è contemplato..
buonanotte a tutti.

sabato 20 novembre 2010

IN FONDO IN FONDO, SIAMO TUTTI DEI GUIDO....

no, la scritta buon compleanno non c'entra una mazza, in realtà non ho capito perchè stasera ci fosse alla festa della podistica leini... in ogni caso GUIDO,  merita una una tirata di orecchie per essere andato via prima dell'apertura del cartizze del valdobbiadene.... che sfigatoooo :-))

giovedì 18 novembre 2010

NON SONO SICURO DI AMARE COSI' TANTO LA CORSA....

Questo pensiero ce l'ho nella testa da molto tempo, ne ho avuto la prova più volte ma, non sono riuscito ancora ad accettarlo, questo perchè ?
quando 3 anni fa, Pierangelo accettò di allenarmi per la maratona, tra noi scatto subito una forte simpatia, lui per me era il guru, io l'allievo volenteroso e simpatico, con qualche predisposizione alla corsa.
Vedendo i miei parametri nei vari allenamenti ( di allora ), si e mi convinse di poter correre una maratona sotto le 3 ore e ciò che per me era corsa katzen e a sensazione, diventò un qualcosa di molto più impegnativo ma altrettanto gratificante.
Lui mi seguiva in bici, mi allenava e mi parlava di se, io sudavo, faticavo e lo ammiravo, oltrechè per quello che aveva fatto podisticamente parlando, soprattutto per come vedeva ( e vede, mica è schiupà..) la vita.
La maratona poi, anche a causa di un'influenza a 40 giorni dalla data ( 14 aprile 2008 ), andò maluccio, corsa praticamente senza lunghi e 1 sola prova di ripetute ( solo un 30 km 45 gg prima..), comunque in 3 ore e 15. Da allora ho continuato a correre, ho fatto moltissime gare, ma la testa che avevo in quel periodo, non l'ho più ritrovata. Si, ho dei momenti ( molto brevi ), in cui mi torna la voglia di fare le cose seriamente, però alla prima difficoltà vera, mi rompo le palle e inizio a fregarmene.
Inoltre non mi diverto più, sono più le volte che mi pesa pensare al lavoro che devo fare che, quelle in cui provo piacere, anzi, mi chiedo chi cavolo me lo fa fare.
L' anno scorso, in questo periodo avevo già avuto una crisi ( però allora in un buon periodo) del genere, mi stavo per salvare iniziando a correre a sensazione e decidendo sul momento e senza paranoie l'allenamento da fare, divertendomi di più.
Poi mi è balzata di nuovo in mente l'idea di un programma, poi un altro e un altro ancora, da allora solo buio e pochissima voglia.
Cerco sempre le sensazioni che avevo tra il 2007 e 2008, ma se la testa non corre, le gambe possono fare ben poco !!
Ieri sono stato dall'osteopata, devo mettere a posto alcuni problemini fisici non gravi, ma cronici.
Mi ha detto che non ero messo malissimo, però avevo bisogno di un reset, blocco cervicale, dorsale e emibacino dx inchiodato, qualche cric crac e il mio asse dovrebbe essere stato ricentrato, vedremo nei prossimi giorni.
Inoltre per la mia struttura fisica, la maratona sarebbe meglio lasciarla da parte per un po e iniziare a divertirsi con qualcosa di meno traumatico e forse più divertente.
Certo, nella mente di ogni runner, la maratona suscita un gran fascino, però deve venire da se e l'allenamento, anche mentale, deve essere adeguato.
Che soddisfazione può esserci nell'arrivare al traguardo di una 42 km rovinato e dire ce l'ho fatta, se tutto il viaggio che ti ci ha portato è stata una noia ed un'agonia mortale ?! personalmente penso nessuno.
Non corro da 5 giorni, la corsa non mi manca assolutamente e riprenderò quando ne avrò voglia e mi saranno passati tutti i bubù... questo potrebbe essere tra 2 gironi, come tra 2 mesi.
Ovviamente non smetto di fare altro, comunque mi piace andare in palestra ed al limite, in bici.
Il mio ambiente vero e naturale, è comunque una bella tavolata rustica, con boccali di birra e bute di vino, i miei amici e le persone che amo vicino, parlare di tutto, ridere e mangiare senza problemi tutto ciò che la mente umana possa immaginarsi, invece correre, lo preferisco fare da lupo solitario, guarda te !! Si, sono un lussurioso-goloso-vizioso di merda.
Il resto è un contorno e non il contrario ;-))

sono riuscito a farla scappare da me, lotterò per farla tornare e ricostruire tutto

domenica 14 novembre 2010

TERMINATA LA TURIN MARATHON COL PULLMAN.......

..purtroppo l'epilogo di mesi di preparazione, anche se fatti a singhiozzo, è stato questo.
In realtà quando non si va pienamente convinti dei propri mezzi, ad un evento sportivo come una gara di fondo, non si può improvvisare nulla, se poi ti abbandona pure il fisico, allora ciao...
Oggi la giornata a Torino era grigia e molto umida ma senza pioggia, la temperatura intorno ai 12 gradi, quindi perfetta, anche se mai come oggi, il sole mi è mancato.
L'obbiettivo era quello di partire intorno ai 4.45 e tenerli finchè possibile e poi stringere i denti negli ultimi km.
Tutto era iniziato anche abbastanza bene, il ritmo lo sentivo facile, con alcuni km anche intorno ai 4.35, poi tra nichelino e borgaretto il primo segnale di allarme, una fitta in mezzo al polpaccio dx, dolore medio che però mi permetteva di correre, mantenendo un buon ritmo e senza contrarmi troppo, psicologicamente però, essendo appena al 12-13 km, ho iniziato a perdere un po d'ottimismo :-(( .
Da borgaretto ad orbassano, ho mantenuto un ritmo costante intorno ai 4.45, concludendo la mezza in 1.41 circa, poi tra rivalta e rivoli, con l'inizio della salita lunga, iniziano i problemi più seri, primo crampo al polpaccio sx e successivo crampazzo al vasto mediale della stessa gamba, prima sosta per fare stretching e ripartenza titubante.
Prima di rivoli inizia il mio vero calvario, il crampo alla coscia si ripete, però stavolta non mollo e vado avanti, inutile, mi sembra che il muscolo esploda e prima di corso francia, altri 2 stop.
Sul corso, vorrei bestemmiare, ma essendo agnostico, non saprei a chi rivolgermi, non sono neanche al 30° e mettendo da parte l'orgoglio, inizio a pensare al servizio scopa, che non passa e non passerà, essendo io troppo avanti.
La media totale intanto è ancora sui 4.55 /km, prova a ripartire e i crampi ora aumentano ( il fermarsi non può che far peggiorare in questi casi...), arrivo al ristoro del 30°, prendo dei sali ( prima avevo già assunto inutilmente 2 gel )e riprendo a corricchiare, ma dopo 50 m, i crampi arrivano anche ai glutei e poi i più tremendi, agli adduttori, provo a fare stretching ma, per ogni muscolo che cerco di stirare, l'antagonista risponde contraendosi, penso che sono nella merda, mi prende freddo, essendo sudato come un maiale e non so come fare.
Arrivo sul cavalcavia e altri 2 poveracci come me, vengono assaliti da crampi, uno urla, lo soccorro massaggiandogli un po il quadricipite, si riprende e riparte, io invece se accenno un minimo di corsa, divento di marmo.
Freddo porco con brivido scuotente, per fortuna vedo l'oasi del 35 km e il ristoro, dove chiedo un sacchetto della spazzatura a cui faccio un foro per la testa e due per le braccia, me l'infilo e chiedo notizie del servizio scopa, la risposta è ancora quella : " troppo presto ", però mi dicono che dopo 700m c'è il pullman della gtt che è stato messo in servizio per i ritarati.
Questa notizia mi rasserena perchè in quelle condizioni, non sarei mai riuscito ad arrivare al traguardo neanche a 4 zampe, anzi ho anche pensato lontanamente di morire ah ah ah.
Cerco di trascinarmi alla fermata, intanto mi superano i palloncini delle 4 ore.
Salgo finalmente sul mezzo, dove vedo un'altra decina di atleti nelle mie condizioni e ci facciamo 4 risate insieme.
Alla fine arrivo nelle retrovie dell'arrivo, vado a ritrovare parenti e amici che ormai mi davano per disperso e, riconsegno il chip da ritirato.
Sia chiaro che, anche se non mi fossero venuti i crampi, difficilmente sarei riuscito a tenere una media sotto i 5'...
C'ho provato davvero, ma non è andata come speravo, anzi, non poteva andare peggio.
Ora ovviamente, il solo pensiero di una maratona, mi nausea e la prossima la preparero solo se e quando, arriverò da un buon periodo di forma precedente, magari un po più veloce e motivato.
stoppre-maratona : 1-1 ( in riferimento alla prima corsa con discreto esito, perlomeno terminata ).


venerdì 12 novembre 2010

ISCRIZIONE TURIN MARATHON 40 EURO, VALORE PACCO GARA 7 EURO AL MAX.... E GLI ALTRI 33 ?

Questa volta, preso dal rimorso di non partecipare alla maratona della mia città, mi sono iscritto, però non mi beccate più !!
il pacco gara di questa maratona consiste in :
- 1 zainetto dell'alpitour a cui è stato attaccato alla cerniera, un "loghetto" della turin marathon, patetico.
- 1 maglietta ,neanche tecnica, di cotone finissimo
- 1 kinder colazione più ( 1 brioche, non 1 pacco )
- 1 martini soda da 125 cc
- 1 biscotto salute
- 1 salvietta doccia per sciacquarmi'i'palle....

Questo è ridicolo, davvero. Ci sono maratone di minor importanza con un pacco gara davvero dignitoso, daltronde se dal 2008 si sono persi oltre 1500 atleti, un motivo ci sarà.....
non si può pretendere successo facendo i rabbini..
Si, è vero, il pacco gara non è tutto, però voglio sapere dove sono andati i miei 33 euro in più !!!
ed ora non ditemi che devo essere onorato di correre in una maratona come quella di torino perchè, rischiate di avere solo più 4 o 5 keniani e 2 ucraini ad inseguirsi, visto che di maratoneti italiani forti, non ce ne sono più.......
Ora vedremo come andranno l'organizzazione e i ristori..

mercoledì 10 novembre 2010

mercoledì 3 novembre 2010

POTERE AI PICCOLIIIIIIIIIIIIIIIII !! ULTIMO LAVORETTO ( FORSE IL PIU' RAZIONALE )

Ciao a tutti, stasera avevo programmato l'ultimo lavoretto pre-maratona, 1 x 3000 + 1 x 2000 + 1 x 1000 con rec. di 1 km a ritmo maratona ( grazie al cazzo, facile farlo ora... ih ih ih ).
Penso di aver sbagliato molto in questa preparazione durata oltre 4 mesi, er califfo mi aveva dato le dritte giuste, ma io purtroppo, ho fatto spesso di testa mia.
Oggi per la prima volta, ho davvero capito che non mi serve a niente andare troppo forte nelle ripetute, se poi recupero troppo lentamente, in quanto nella maratona, questo si traduce in un nulla, o meglio servirebbe per un 10 mila o una mezza, ma nella maratona è il tempo medio che conta ( ripetuta più recupero ).....

i tempi sono stati questi :
 3000 media 4.35 rec. 1 km 5.05
2000 media 4.36 rec. 1 km 4.46
1000 media 4.28 rec. 1 km 5.02
media totale con risc. e defaticamento 12.5km a 4.42/ km ( teorico ritmo massimo in maratona ?? )
 ovviamento non ho mai forzato, tenendo un ritmo facile-medio, tanto ormai ciò che è fatto è fatto....

Le mie previsioni sono le seguenti : partirò e cercherò di tenere i 4.45/km fin quando riuscirò e, se sarò nella giornato giusta, potrei anche aumentare leggermente, concludendo quindi da 3.19 in giù ma di poco.
Se invece sarò in giornata no e scoppiassi nella seconda metà andando sopra i 5', vorrebbe dire terminare tra tra 3.25 e 3.28. voi che ne pensate ??

sabato 30 ottobre 2010

ANDATO ANCHE L'ULTIMO LUNGHINO..

Ciao a tutti, oggi finalmente si è conclusa la faticata di preparazione alla turin marathon, o meglio, si è concluso un percorso travagliato fatto di alti e bassi, comunque in un'annata podisticamente per me negativa.
Infatti vuoi per le diverse virate, verso una specialità e poi un'altra e un'altra ancora, non ho mai trovato un buon periodo di forma.
Mai stato così lento !!
La tranquillità di non poter assolutamente gareggiare per centrare il pb nei 42 km, mi hanno tranquillizzato e poi, permesso di finire la preparazione in maniera per lo meno sufficiente, toh, divertendomi anche.
Oggi ho corso 23 km a 4.43 di media con sensazioni discrete, la consolazione è stata però quella di percepire uno sforzo da almeno 5'/km, invece andavo tra i 4.40 e 4.45, con qualche km sui 4.30.
ora ultime 2 settimane tranquille e poi 42195 m in 3 ore e 25.

mercoledì 27 ottobre 2010

LEGGENDO FILIPPO.....

...... sono rimasto molto colpito dal tempo che ha impiegato a correre la maratona ed onestamente, ammiro la costaza e la volontà con cui vi è arrivato.
Il suo percorso da obeso forte e, dicendo questo, non parlo di come me o altri ha perso 10-15 kg, bensì 40, credo sia davvero un esempio per chi come lui possa trasformare un fisico mi merda ( scusa filì ), ad un fisico da buon maratoneta comunque, sotto le 3 ore.
Ho riletto i racconti del suo percorso di dimagrimento e devo dire di essermi un po commosso e, allo stesso tempo esaltato, perchè lui ha fatto e spero manterrà, qualcosa di straordinario.
Credo che se avessi avuto la sua costanza e volontà, nonchè vero amore per la corsa, probabilmente oggi, dovrei valere almeno da 2.50 sulla maratona, 1.20 sulla mezza e 36 sui 10 mila, invece sono una pippa come 3 anni fa e questo soprattutto, a causa degli eccessi enogastronomici.
Comunque è vero, ogni caso è a se, ognuno vive la propria vita ed ognuno ha la propria predisposizione ed ottiene i propri tempi e risultati, inoltre, la corsa non è per forza agonismo, anche se la sfida con se stessi è già così.
Concludendo, grappa bucchino sigillo nero, no scherzo, concludendo dico che finchè non sarò riuscito ad avere la costanza e la forza di volontà di filippo, non sarò soddisfatto.
 Per quanto riguarda i tempi, questo sarà tutto da vedere, intanto corro e magari magno e bevo un po meno !!  GRANDE FILIPPO, ALTRO CHE CAZZI !!


SIAMO COME MARINAI ALLA RICERCA DEL NOSTRO CAPITANO E FORSE, A NOSTRA VOLTA, DIVENTEREMO CAPITANI...

sabato 23 ottobre 2010

CON 2 ORE E 55 DI LUNGHISSIMO, STOPPRERCOLE TERMINA LE SUE FATICHE !!

Ebbene si, anche l'ultimo lunghissimo in previsione del 14 novembre è andato, ma non è stato facile, assolutamente.
Stamattina mi toccava correre da solo, abbandonato anche da enfia che, prima propone un programma e poi per ansia di non essere abbastanza preparato, corre 3 lunghissimi di fila in 3 settimane, 30, 33, 35, ma un po lo capisco e quindi lo perdono :-))
Comunque la solitudine del maratoneta, anche in una giornata grigia e freddina, non mi dispiace.
La negatività della giornata, inizio a intravederla già quando il garmin, tenuto in carica, non si accendeva più..merda, e adesso ? nulla di male, prendo il polar con gps da braccio....merda, pila dell'orologio scarica !!
penso un attimo e poi decido di fare il giro dell'altra volta da 33, aggiungendo qualche km e correndo a sensazione, si, figo !!
Parto da casa e mi dirigo verso nole, quindi villanova e poi giro per lanzo però, arrivato alla cartiera di mathi, non riesco ad infilare la ciclabile e così vado su e giù per qualche km, decidendo poi di tornare indietro e, rifare la strada fatta, al contrario.
Il problema è che così facendo, avrei corso per circa 40 km, allora mentre torno giù, penso a come tagliare ed arrivato a robassomero, tiro dritto fino al semaforo girando per grange di nole e dopo il cimitero mi infilo sulla strada a dx ( a soli 3 km ) da cirie.
Questa è stata la logistica, le sensazioni invece, sono state buone fino alle 2 ore e 15, dopodichè ho iniziato ad accusare molta fatica e principio di crampi a polpacci e femorali, costringendomi a fermarmi a fare stretching, 5 volte negli ultimi 7 km.
Alla fine sono stato sulle gambe 175', credo per un max di 33,5-34 km, quindi ad una media di 5.10-15 / km. Il tempo fa schifo, ma la soddisfazione di aver resistito fino alla fine, in condizioni bruttine, mi fa ben sperare.

RESISTI, FAMMI SENTIRE CHE ESISTI, UN MIRACOLO NO MA TENTARE SI PUO' !!

martedì 19 ottobre 2010

DUBBIO AMLETICO POST 3 X 4000....

Oggi per la prima volta nella mia vita, mi sono sparato un 3 x 4000 e devo dire di averlo gestito bene.
Rispetto alla settimana scorsa, quando avevo eseguito i 5000 e poi i 2000 e 1 mille, ho cercato di essere più progressivo o meglio, l'altra volta, avevo tirato troppo il primo 5mila per poi faticare nelle successive ripetute dell'allenamento.
Oggi invece ho fatto così :
4000 a 4.23/km rec. 5 min. corsa lentissima
4000 a 4.15 rec.5 min. corsa lentissima
4000 a 4.10 rec. 5 min. corsa lentissima
KM TOT. CIRCA 16
Le sensazioni sono state ottime, infatti paradossalmente, il primo 4mila è stato quello che mi ha messo più in dificoltà, negli altri 2 e soprattutto nell'ultimo, sentivo una corsa molto elastica e pur tirando abbastanza, non ho percepito particolare fatica.
Dopo 3 anni di corsa, forse inizio a capire un po di più le mie caratteristiche, ovvero, se inizio troppo forte, alla fine scoppio, invece se corro in progressione, mi sento meglio.
Comunque a parte ciò, mi chiedo se DOPO UN ALLENAMNETO COSI', E' PIU' GIUSTO INTEGRARE CON 3 O 4 BIRRE ?
Voi come la pensate ??

lunedì 18 ottobre 2010

MANCANO 4 SETTIMANE SCARSE...

...alla turin marathon.
intorno a me, vedo amici che iniziano ad avere l'ansia, capire se sono più o meno in forma o se ce la faranno ad arrivare al traguardo.
La realtà è che, quello che è stato fatto, ormai è pressappoco definitvo.
Non esistono più ripetute o lunghissimi che da ora in poi, potranno farti migliorare per la gara, al limite, forse, mantenere la condizione fino al 14 novembre, allo stesso tempo però, se si esagera, il rischio è quello di arrivare spompati.
Personalmente, dal momento in cui ho abbandonato la velleità del tempo previsto, sono sereno e comunque andrà, sarà un successo, mi rendo conto di avere la stessa condizione di chi si è allenato più di me e forse meglio.
Col lunghissimo da 33 km di 2 sabati fa, mi sono autoconfermato di avere i 42 km nelle gambe, poi tutto è da vedere in quel determinato giorno, non è un 10 mila...
Farò ancora un po di ripetute lunghe e sabato, ancora un lunghissimo da 35-36 km, tranquillo nella prima parte e a sensazione nella seconda.
Nella terzultima settimana, farò al max 25-28 km, inserendo forse anche una gara breve e veloce,  poi 18-20 e poi la maratona.
Obbietivamente, credo di valere 4.45-50/km, ma quel giorno, se starò bene, le previsioni cronometriche non saranno contemplate.

....ma qui per sognare mi tocca dormire o come sempre SUDARE SUDARE.....

sabato 16 ottobre 2010

UN 23 STANCO

Dopo 3 giorni di riposo ( motivi lavorativi, familiari e di voglia ), oggi dovevo fare un lungo sopra i 20 km, in attesa dell'ultimo lunghissimo di 35 km della settimana prossima, a 3 settimane dalla maratona.
troppo vicino ? pazienza, gli eventi mi hanno portato a questo e, vada come vada.
Oggi visto il lungo riposo, sarei dovuto star benone, invece è stata una corsa anonima, con gambe un po dure con poca verve per spingere, così ho concluso l'allenamento di 23 km ad una media di 4.50.
Probabilmente questa settimana, ho sbagliato a non fare almeno una 40ina di minuti lentissimi rigeneranti, cosa che ho fatto la scorsa settimana ( a 5.30-40) e che mi avevano sciolto bene le gambe.
Buona domenica a tutti.

venerdì 15 ottobre 2010

POST BANALE CONTRO LA SFIGA e anche un po gay

Quando ci si sente in forma e, gli allenamneti vanno bene, nonchè il recupero sembra ottimo, è li che iniziamo a sentirci immortali, ed è li che si rischia grosso.
Io ho fatto quest'errore almeno 5 volte, ora cercherò di non farlo più.
Il corpo non ci regala nulla e, nel momento migliore, tutto può cambiare all'improvviso !!
PODISTICAMENTE PARLANDO, LA SFIGA NON ESISTE, PERO' ESISTONO GLI ERRORI E, SONO PROPRIO QUELLI A PORTARE ALL'INFORTUNIO O AD UN DRASTICO CALO DELLE PRESTAZIONI.

comunque vada, alla fine, sarà il vincitore che prenderà tutto

martedì 12 ottobre 2010

IL LAVORO DI OGGI MI DICE CHE....

....forse sto lentamente raggiungendo e ritrovando la forma giusta.
Dopo il brutto periodo di 3 settimane fa, in cui, mi sembrava diventato tutto difficile ( potere della mente..), poi galvanizzato dal buon lunghissimo di sabato,  posso dire che le ripetute lunghe di oggi, possono ancora farmi sperare un una maratona discreta, in ogni caso concluderla almeno sotto le 3 ore e 30.
Oggi,  insieme ai podistici leinicesi, san mauriziani e nolesi mi sono cimentato in un allenamentone del seguente tipo :
5000 a 4.10 rec. 7' di corsa lenta ( favorevole )
5000 a 4.25 rec. 5' di corsa lenta ( sfavorevole )
2000 a 4.02  rec. rec. 4' di corsa lenta
2000 a 4.12 rec. 4' corsa lenta
1000 a 4.00 STOP !!!
TOT. CIRCA 19.5 KM A 4.32

Posso dire di aver faticato molto, però, sono riuscito a tenere bene il ritmo fino alla fine, arrivando stanco ma non distrutto.
Certo, le nuove metodiche di allenamneto, direbbero di recuperare meno e a ritmo maratona, ma la mia nuova teoria dice, non mi passa manc'pu' cazz...
Poi, ora come ora, sto ottenendo buoni risultati ( intendo per i miei standard ) allenandomi quasi alla giornata, pur se con un certo criterio.
I miei compagni di allenamento invece, erano delle frecce, poi è arrivato sto Flavio ( ciao caro ), chissà da dove, che andava come una fregata.
Ragazzi, attenti perchè sto tornando !!

sabato 9 ottobre 2010

UN'ESTASI DA 33 KM !! ERA ORA

Ciao a tutti, oggi era il giorno della verità, dovevo fare assolutamente un lunghissimo almeno da 30 km, anzi l'idea, era di correre per 2 ore e 50 min., quindi più che a km, a tempo.
Protagonisti dell'impresa odierna, oltre a me, enfia e marco v.
Il giro programmato era con partenza da nole canavese, passaggio a villanova, balangero, mathi, lanzo e ritorno dall'altro lato della ciclabile.
L'inizio è stato molto tranquillo, medie nettamente sopra i 5' /km, parlando e sparando cazzate ( e qualche scoreggia ), brevissime tappe per bisogni fisiologici e prosecuzione con ritmi da tapascioni.
Da villanova a lanzo è stata salita continua, bellissimo il pezzo di ciclabile che ci ha portati fino al ponte del diavolo per bere alla fontanella, quindi ripreso l'asfalto, rientro in ciclabile e percorso molto più facile, essendo in legera discesa, da li in poi, mi sono sentito benissimo, quasi non ci credevo, in alcuni tratti andavo facilmente a 4.15, però prudentemente, mollavo subito, essendo già intorno ai 25 km.
Da li in poi, è stato veramente bello, un'estasi che capita forse 3 -4 volte l'anno, infatti ho chiuso gli ultimi 10 km alla media facile di 4.38 per un totale di 33 km abbondanti a 5.08 di media e, SONO CONTENTO.

Tu farmi male non puoi...

venerdì 8 ottobre 2010

M'AGGIA'ACCATATE QUESSE !!


Qualcuno ne parla benissimo, altri male, altri indifferenti.
Il sistema dinamico e ammortizzante di questa scarpa, la lunarglide+, mi ha incuriosito, inoltre mi sembrano davvero comode.
La teoria dice che, questa tipo di scarpa neutra, grazie alla particolare lavorazione della suola, dovrebbe garantire una dinamicità di supporto dell'atteggiamento in corsa, favorendone la naturalità, senza supporti inutili.
Inoltre, rispetto ad altre scarpe, è più leggera, pur mantenendo una buona ammortizzazione e protezione.
Per me che sono un pronatore leggero, potrebbe andare bene, vedremo.
Oh, uno si attacca a tutto, ma a parte questo, se proprio non fossero buone, con i jeans starebbero benissimo !!

mercoledì 6 ottobre 2010

QUANDO IL GIOCO SI FA DURO....

Ok, questa maratona s'ha da fa, quindi oggi è stato un giorno di qualità.
Ripetute miste prossime al ritmo maratona, con rec. di 1 km a ritmo lento.
Dopo 3 km scarsi di riscaldamneto, io ed enfia, abbiamo esuguito i seguenti lavori :
3000 a 4.32, falsopiano in discesa e ritmo cauto, rec. 1 km a 5.24
2000 a 4.21, falsopiano in discesa, rec. 1 km a 5.18
3000 a 4.31, falsopiano in salita, rec. 1 km a 5.41
4000 a 4.38, falsopiano in salita, fermo
1 km a 4.19
tot. citca 19 km a 4.43
Alla fine, sete incoercibile, ho dovuto bere 5 birre da 330 cc per dissetarmi un po...
Devo dire che, ho avuto delle buone sensazioni fino al terzo km del 4000, poi nell'ultimo km, ho faticato un po, comunque sono pienamente soddisfatto per il lavoro svolto, anche perchè credevo di non aver più la testa per farlo, ed invece...... ora parlo io !!!
sabato lunghissimo di quasi 3 ore, vediamo che succede..
buonanotte a tutti

CI SIAMO !! notare il dito medio all'inizio, dice tutto...

SPINNING !!

Che c'entra mentre si sta cercando di preparare una maratona ?
ve lo dico io, assolutamente niente, però visto il periodo di poca voglia, è stato un ottimo allenamento cardiovascolare e il cuore, sicuramete va molto più su che con la corsa, almeno per quanto mi riguarda.
Già 6 anni fa, avevo fatto diverse lezioni di spinning e, l'atmosfera, la musica e le sensazioni del pedalare al max per almeno 30 min. ( su un' oretta ), mi sono sempre piaciute.
credo che di tanto in tanto, inseriro una di queste lezioni nell'allenamneto, di qualsiasi distanza si tratti.
Ad esempio, l'anno scorso che correvo ed andavo in bici, avevo fatto tutti i  miei pb, dai 7 ai 21 km...
ora comunque si riprende con i lunghissimi, domani lavoretto intenso e domenica 2 ore e 50 con progressione.
buonanotte a tutti

domenica 3 ottobre 2010

MEZZA DELL'ABATE GUGLIELMO ( VOLPIANO )

Ciao a tutti, anche oggi, ho partecipato ad una gara, un'altra mezzamaratona, contro ogni logica e razionalità che qualsiasi tabella e programma, poteva proporre, anche in quelle più alternative.
Non soddisfatto di ciò, ieri mi sono definitivamente iscritto alla turin marathon, quindi ora, a costo di finirla in 5 ore e camminando negli ultimi 30 km, parteciperò.
Strano, perchè a me non stimola per nulla la frase " l'importante è partecipare ", infatti non sarà così e comunque andrà, partirò per fare il tempo prefissato di 3 ore e 10 min., quindi impossibile anche nella più ottimistica delle ipotesi, in ogni caso, partirò a 4.30 e lo terrò finchè ne avrò forza e poi, cercherò di stare almeno sui 5'-5.15/km.
Per fare questo, mi sono prefissato di fare ancora 2 lunghi, 32 km domenica prossima e 34-35 il 24/10 e poi  nel nome del signore...
Tornando ad oggi, la gara, aveva lo scopo di fare ancora un buon chilometraggio a ritmo medio, dando in ogni caso quello che avevo.
Alla fine, ho concluso in 1.35, alla media di 4.29/km.
devo farmi i complimenti, poichè ho avuto la voglia di fermarmi, dal 4° al 12° km, poi mi sono ripreso ed ho mantenuto un ritmo intorno ai 4.22-28.
Faccio i complimenti a Corrado che oggi, ha stabilito il suo pb in 1.31, pensare che volevo farle da lepre... se fosse stato così, avrebbe fatto lo stesso il suo miglior tempo, ma com 4 min. in più....BRAVO !!!
Guido, sornione, mi ha preso e sorpassato nell'ultimo km, nonostante rompa sempre i coglioni con tutti gli acciacchi di questa terra, però, rispetto a me, ha un gosso vantaggio, oltre 10 kg di zavorra in meno...
Finchè non spaccherò e non riuscirò a fare ciò che sogno, non sarò soddisfatto( podisticamente parlando ), ci andasse anche tutta la vita, un giorno mi guarderò allo specchio e dirò " bravo, sei arrivato al massimo delle tue possibilità, ora rilassati "
buonanotte a tutti.
 
dedica alla maratona :

sabato 2 ottobre 2010

MA CHE DICI ? ANARCHICO E COMUNISTA A MIA ? MICA VERO....



Sezionatori d'anime giocano con il bisturi
maggioranze boriose cercano furbi e stupidi
sobillano i malvagi aizzano i violenti
e gli invidiosi indispongono
intanto paolo VI non c'è più
è morto berlinguer
qualcuno ha l'aids
qualcuno il pre
qualcuno il post senza essere mai stato niente
cerco le qualità che non rendono
in questa razza umana
che adora gli orologi
e non conosce il tempo
cerco le qualità che non valgono
in questa età di mezzo
ha conati di vomito la terra
e si stravolge il cielo con le stelle
e non c'è modo di fuggire
e non c'è modo di fuggire mai
svegliami svegliami svegliami
io sono perso
sono confuso
tu fammi posto
allarga le braccia
dedicami la tua notte
la notte successiva
e un'altra ancora
dedicami i tuoi giorni
dedicami le tue notti
oggi domani ancora
stringimi forte
coprimi avvolgimi
di caldo fiato scaldami di saliva rinfrescami
vorrei morire ora
intanto paolo VI non c'è più
è morto berlinguer
qualcuno ha l'aids
qualcuno il pre
qualcuno il post senza essere mai stato niente
e trema e vomita la terra
si capovolge il cielo con le stelle
e non c'è modo di fuggire mai
svegliami svegliami svegliami
vieni vieni vieni vieni
arde di sete e vomita la terra
vieni vieni vieni vieni
e trema e vomita la terra
si capovolge il cielo con le stelle
vieni vieni vieni vieni vieni

giovedì 30 settembre 2010

LE VOCI PIU' BELLE DI TUTTI I TEMPI; PER ME L'EREDE DI DEMETRIO STRATOS E' LUI

DEMETRIO STRATOS


JOHN DE LEO ( EX QUINTORIGO )


Gli esperti, quelli veri, non i " commercialisti ", dicono che la più bella voce di tutti i tempi, sia stata quella di Demetrio Stratos, roba che faceva impallidire i vari freddy mercury o michael jackson.
Non capisco come la voce di john de leo, non abbia riscosso altrettanto successo, forse deve morire per accorgersi di lui ??
noi  " italioti " siamo troppo concentarti sulla commercialità " toccante e patetica " dei vari ramazzotti, ligabue, pausini, gigi d'alessio ( tremendo ), per accorgerci di questi artisti che sono veramente unici e inarrivabili.

PSICOSOMATICO O SOMATOPSICHICO ?

Per la seconda volta in un mese, sono malaticcio, credo che questo non capitasse da quando andavo alle scuole elementari !! se questo è un segnale di ribellione del corpo, devo coglierlo e mollare un po.
D'altra parte, riconosco sicuramente, l'influenza dello stato olistico, in cui anche inconsciamente, alcune patologie ce le creiamo con la testa, forse per avere la scusante di sfuggire a qualcosa ( maratona ? )
ora mi chiedo, il catarro verde fluorescente, è psico o somatico ?

domenica 26 settembre 2010

TURIN HALF MARATHON ; ATTUALMENTE VALGO QUESTO

Ciao a tutti, anche quest'anno ho partecipato alla turin half marathon, ottenendo la peggior prestazione degli ultimi 3 anni con un tempo di 1.33.10 circa ( real time ), infatti nel 2008 e 2009, avevo ottenuto un tempo di 1.29.45.
Vista a mia attuale condizione fisica, non avevo molte speranze di ottenere un tempo migliore, la corsa di montagna e la preparazione della maratona, logicamente mi hanno rallentato molto, però speravo non in maniera così evidente. voglio fare invece i complimenti a costantino ( 1.23 ), cristina ( 1.27 ) ed enfia 1.33 ( arrivato con me ), per i loro nuovi pb.
Sia chiaro, per me oggi fare 21 km alla media di 4.23, non è da buttar via, anzi è un punto di (ri)partenza.
Ripartenza da cosa ? non lo so, voglio riflettere e decidere cosa fare da grande, correre la maratona a novembre con questi presupposti, vorrebbe dire non migliorare probabilmente neanche il tempo di 3 ore e 15 ( personale ), quindi che cosa andrei a fare ?? partecipare ad uno sforzo simile per dire che c'ero anch'io ? no, io nono sono così, preferisco godere di un lento in solitudine fatto a sensazione che, correre una maratona impreparato per un personale.
Amo correre, però se devo crearmi ansia , per qualcosa che tanto non posso fare ora, preferisco rimandare a periodi migliori.
Ringrazio luciano er califfo per aver provato ad allenarmi ma, per causa mia ( essendo semi anarchico ), abbiamo ottenuto poco. Sono troppo cangiante per essere allenato da qualcuno che non sia ME STESSO, quindi da oggi, farò tutto da me, anche a sensazione se necessario, tanto mi sono definitivamente reso conto che un programma non riesco a reggerlo, non ho disciplina e dopo un po mi annoio...che ci volete fare !?
seguendo un programma serio, ho ottenuto i peggiori risultati di sempre....mi sembra chiaro che devo allenarmi alla cazzo e purtroppo la matematica non fa per me :-))

martedì 21 settembre 2010

TRA POCO, SI CORRERA' NUOVAMENTE DI NOTTE.. GODO GIA' !!



...... CHE SBALLO !!

ho già cambiato la pila della lampada frontale


Batte la musica della notte
Il suo richiamo sento già
Foresta di città
Esco curioso come un bambino
Che la notte non ha visto mai
Da vicino
Vorrei vedere vorrei sapere
Se la notte veramente fa paura
Ma è peggio il buio di questa stanza
Perchè il silenzio è un'animale che mi mangla
Io stasera il lupo sono io
E la mia voce si sentirà
Fino al mattino
E se anche tu sei in giro come me
Spalanca gli occhi e mi scoprirai
Qui vicino
E poi so già che fine farà
Chi come noi si muove nella notte
E per le strade guidare forte
Fare a botte dentro un bar
E dell'amore a prima vista
Se la preda siamo noi – chi ha paura
E via di corsa fino a quando dura
A perdifiato
Chi ha paura della notte chi ha paura
Io non ho paura della notte nera
Chi ha paura dell'amore chi ha paura
Io non ho paura della notte scura
Chi ha paura della notte Ye Ye Ye
Chi ha paura
Chi ha paura della notte chi a paura
Chi ha paura
Muore anche l'impero della notte
I suoi guerrieri vanno via
Prima del domani
E i nostri fari illumineranno
Le strade vuote dei quartieri della notte
Se senti freddo c'è la mia mano
Con l'alba ci si scalderà
E questa stanza no non è più scura
Con una stella catturata nella notte
Ed il silenzio non ritornerà
In questa casa in riva alla città.
Chi ha paura della notte chi ha paura
Io non ho paura della notte nera
Chi ha paura dell'amore chi ha paura
Io non ho paura della notte scura
Chi ha paura della notte
Chi ha paura
Chi ha paura
Chi ha paura

sabato 18 settembre 2010

POLLICE VERSO PER STOPPRE

Oggi ho riprovato nuovamente i 30 km, stavo meglio ma purtroppo ho ceduto nuovamente ai 23, inizio ad odiare questo numero. se non avessi dovuto farne 30, la media di 4.49, non era neanche male, purtroppo per la maratona, mi serve ben poco.

giovedì 16 settembre 2010

CONSIDERAZIONI PERSONALI; SFATIAMO UN MITO ??

LA CORSA FA BENE !!
si e no, credo che dal punto di vista amatoriale e non agonistico, la corsa sia un toccasana, la mezzoretta 2-3 volte a settimana, insieme a qualche seduta di potenziamento muscolare, è l'ideale per rimanere integri ( se fortunati) a livello osteo- articolare e cardiaco, unito ovviamente ad un' alimentazione equilibrata, ricca di fibre e alimenti poveri di grassi...
Se come me, siete agonisti, anche solo con se stessi e l'obbiettivo è anche quello di migliorarsi, la corsa non si può dire che faccia altrettanto bene, o meglio, non completamente.
Per mantenere un buono stato di forma, corriamo in ogni condizione e situazione, andandoci ad impegolare in sfide che se non porteremo a termine, ci potrebbero anche deprimere !! ma siamo pazzi ?
se abbiamo qualche acciacco, a meno che non ci impedisca proprio di correre per dolore o altro, non ci fermiamo finchè non si cronicizza e, ci costringe alla resa obbligata, se poi il lavoro che facciamo è anche duro dal punto di vista fisico, l'infortunio è in agguato.
ma allora, siamo eroi o coglioni ?
Probabilmente, sarei un buon ciclista, un ottimo culturista e forse, un grande astronauta ( questa ovviamente è una cazzata..).
Nella corsa, la mia aspirazione massima, è quella di essere un mediocre runner e, anche se migliorassi di 20'' al km, rimarrei comunque uno scarsone.
Quando facevo solo palestra e un po di bici, non avevo nessun acciacco, si, sicuramente ero anche più giovane, però il rinforzo muscolare, non può far altro che migliorare la stabilita articolare, nonchè la postura, questo è sacrosanto !!
Con la corsa di resistenza, ho avuto, ed ho tuttora, almeno 3 acciacchi cronici, attualmente non debilitanti e scarsamente influenti sulla permormance atletica, però se penso che il tempo, non può che far peggiorare il tutto, posso affermare che da questo punto di vista, la corsa, non fa e, non mi fa assolutamente bene !!
Quindi, cosa cerco, il benessere o il rischio del malessere ?
Inoltre, bruciando migliaia di calorie a settimana, dal punto di vista alimentare, lascio nettamente a desiderare.
Non mi privo di nulla, anche se alla fine, evito come la peste, quasi tutti i prodotti confezionati e, conosco bene la differenza tra un prodotto ( semi)sano e una schifezza !! mangio tanto, ma bene e abbastanza genuino ( tranne qualche volta ).
Bevo tanto...ma bene, esclusi superalcolici e amari ( tranne 3-4 volte l'anno )

Per concludere, dal mio punto di vista, esistono almeno 5 sport migliori della corsa per la salute, ma essendo
ormai assuefatto e drogato di podismo, mai loi sostituirei con la mia amata distruttrice di cartilagini, articolazioni e ossa nei casi più gravi !!
Come ha scritto guido (..e io corro ), il podismo dovrebbe essere uno sport a basso costo, ma se abbiamo degli obbiettivi cronometrici, in un anno, tra iscrizioni varie, fisioterapista, spostamenti in macchina, scarpe, abbigliamento, il prezzo sale notevolmente...
Nonostante questo, amo la corsa, amo sfidarmi e stancarmi, amo le sensazioni adrenergiche che solo un buon allenamento o una garetta possono darti, amo il senso di pace che provo quando ho finito un allenamento duro, amo assecondare il nirvana bevendo birra dopo l'allenamento ( terribile..).
Purtroppo o per fortuna,  la corsa ci fa bastare a noi stessi, cosa che detta così, può sembrare terribile, invece è il contrario, infatti solo colui che sta bene con se stesso, può  dare qualcosa che non sia paura, frustrazione o rabbia ad altri.
Quindi, nonostante l'evidenza dica il contrario, continuerò a correre finchè non sarò completamente a pezzi ( sperando che non succeda ), poi forse, cambierei sport, iniziando a pensare alla salute !!
buonanotte a tutti.

LO DICEVA GIA' IL MAESTRO TOTO SAVIO..

martedì 14 settembre 2010

ANCHE STOPPRE HA UN CUORE...



....e sul più bello arrivava TIRANO a scassar'u'caz !!!
per qualche anno, quando andavo in autostrada con i miei genitori, i tipici balzetti dell'auto in autostrada, li collegavo ai suoi passi quando arrivava ( tumph, tumph, tumph )... pauraaaaaa !!

domenica 12 settembre 2010

SONO RIMASTO A PIEDI..... :-((

Ciao a tutti, come da programma califfico, oggi era il giorno dei 30 km, affrontati solo 1 volta in allenamento, 3 anni fa.
La settimana non è andata bene dal punto di vista fisico, la febbre e gli antibiotici ( tuttora in corso ), sicuramente non mi facevano pensare ad una prestazione notevole ( per me ).
Giornata molto bella, temperatura ideale, forse anche un po calda, mie sensazioni-condizioni al risveglio pessime.
Ieri sera, inoltre, era il compleanno di mia suocera, quindi siamo andati tutti a cena al ristorante, però, non ho esagerato ed ho bevuto solo 1/2 litro di vino circa e una grappetta. :-)) ma ora basta con scuse e giustificazioni, sono mica guido ( scherzo) !!
Ho corso sul percorso dell'ultimo lunghissimo, giro di circa 14.5 km da ripetere 2 volte e poi, farne ancora un po.
Il primo giro è andato benino, nonostante un po d'impaccio iniziale, poi la prima parte del secondo giro, ancora meglio, tant'è che al 20° km, avevo una buona media di 4.49'/km, nonostante i primi km , fossero stati lentini.
Dalle salite del 21° km, ho iniziato a vedere giallo e, le gambe hanno iniziato ad avere una consistenza simile al legno di travertino, ma non come franco franchi.
Sono riuscito a trascinarmi fino alla fontana di grange di nole, bere un po e poi acorgermi che non riuscivo più, neanche impegnandomi, a correre e un principio di crampi al polpaccio sx, mi preoccupava.
Ho mollato, non avrei potuto fare diversamente, sta di fatto che, mi sono dovuto fare 8 km di cammino, per rientrare a casa.... altra esperienza che mi mancava !!
Per la cronaca, ho corso 23 km a 4.54, poi sono completamente scoppiato.

sabato 11 settembre 2010

CHE BUCHO DE.......

A sorpresa ed in extremis, sono riuscito a piazzarmi in uno dei posti utili, per la premiazione di categoria del campionato di corsa in montagna " valli di lanzo, ceronda e casternone ".
Devo dire che, forse non lo meritavo, poichè in 1 gara( quella di usseglio-malciassia ), ho tirato i remi in barca, mollando nel finale e senza impegnarmi ( avevo già in testa la maratona ), però nelle altre 5, ho cercato di dare quello che avevo.
La cosa incredibile, neanche programmabile così nel dettaglio, è che io, enfia e darione ( parenti ), alla fine abbiamo ottenuto gli stessi punti, cioè 190.
Avendo fatto 6 gare, a me è stata tolta quella peggiore come punteggio, cioè la prima di cafasse, dove essendo tantissimi, avevo preso solo 13 punti...
Enrico non ha corso l'ultima gara, quindi gli sono rimaste quelle 5 compresa cafasse, dove aveva ottenuto solo 19 punti, quindi l'ho raggiunto e, probabilmente per quella gara in più mi hanno dato l'8° posto e a lui il 9°, ma inequivocabilmente, siamo pari anzi , devo dire che mi ha stracciato alla grande in 4 gare su 5, ma le regole del cal.... ehm della corsa, sono queste.
Darione, anche lui con 190 punti, si è classificato 6° nella sua categoria, essendo un M1, noi M2.
A parte questo gioco di classifica che ci porterà forse una medaglietta da 0,0000001 grammi, sono molto contento del fatto di aver ottenuto tutti gli stessi punti, ne vincitori ne vinti, neanche avessimo voluto che andasse proprio così.
Alle nostre spalle, c'erano 4-5 atleti che con 1 gara in meno, avevano già più dei nostri punti fatti con 5, ma che per classificarsi erano il minimo sindacale !! quindi, noi siamo stati più resistenti !! :-))
Questo campionatino, mi ha lasciato delle belle sensazioni, correre ed allenarsi in montagna, è bellissimo, Libera lo spirito e offre agli occhi, dei panorami che su strada, difficilmente riesci a vedere.
I più forti ( a parte i top ), sono comunque atleti dai 40 in su ( fin oltre 55-60 ), non per questo è da considerarsi facile e, per chi non avesse provato, ci vuole comunque una buona gamba, nonchè una notevole resistenza fisica e capacità di ripresa dopo le salite durissime, poi chiaramente le doti innate quindi anche quella da discesita, sono fondamentali e spesso, la gara si decide li.
Penso che dopo la maratona, la mia programmazione invernale, avrà come base la preparazione per questo tipo di gare, magari anche un po più lunghe, chissà..
buonanotte a tutti

Ecco la classifica che ci interessa :

COGNOME NOME SOCIETA' COD. ANNO CAT CAF GER MAR LEM USS COR LAN TOT GARE


1 GARNIER MASSIMO GASM TO012 1974 M2 73* 77 74 76 71* 79 78 384 5


2 CAMPIGOTTO DANIELE MONCENISIO TO104 1969 M2 59* 67 71 70 65 74 0 347 5

3 FERRARI FAUSTO MURIALDO TO036 1969 M2 56 65 65 62 50* 0 64 312 5

4 CHIARLE GIORGIO CAFASSE TO063 1969 M2 47* 0 63 57 53 64 62 299 5

5 FERRANTE MASSIMO MEZZALUNA AT006 1970 M2 42* 49* 60 56 52 56 61 285 5

6 GIORDANINO MAURIZIO CUS MASTER TO050 1973 M2 7* 33* 53 42 41 54 58 248 5

7 CHIRIO PAOLO MONCENISIO TO104 1970 M2 20* 18* 45 52 34 29 48 208 5

8 BISCEGLIA MAURIZIO VALLI LANZO TO052 1973 M2 13* 38 49 40 19 0 44 190 5

9 FIAMMENGO ENRICO VALLI LANZO TO052 1972 M2 19 35 55 46 35 0 0 190 5

10 BAZZOLI MARCO CAFASSE TO063 1971 M2 14* 24 42 0 17 15 41 139 5

11 BIANCHINI MAX CAFASSE TO063 1967 M2 1 23 0 37 26 12 0 99 5

NC MONTICONE PIERLUIGI ALFIERI ASTI AT001 1966 M2 70 70 73 71 0 0 0 284 4

NC PEZZETTI MASSIMO MOMBARONE TO088 1974 M2 62 61 0 66 0 73 0 262 4

NC FORNELLI FABRIZIO CAFASSE TO063 1968 M2 0 48 0 51 48 55 0 202 4

NC GERMANETTO FRANCESCO TURIN MARATHON TO118 1969 M2 61 60 0 0 0 0 79 200 3

NC BRACOTTO EMILIO TIGER SPORT TO170 1972 M2 0 51 0 47 39 0 0 137 3
 ETC. ETC. ETC.

sabato 4 settembre 2010

3° TROFEO ABBADIA DI LORETO

Con questa settima prova, è finito il campionato di corsa in montagna  "comunità montana valli di lanzo, ceronda e casternone".
Nonostante sia in piena preparazione maratona, ci tenevo a finire ciò che avevo iniziato a maggio.
Ovviamente, non avevo più fatto lavori specifici per questo tipo di gare, ciò nonostante, è andata molto meglio di quel che mi aspettassi !!
Assente enfia, il mio obbiettivo era quello di battere uno dei suoi rivali ( inconsapevole ), che poteva soffiargli il 10° posto di categoria M35-40, il soprannominato " MONCENISIO ", nome assegnatogli dalla sua variopinta divisa con inconfondibile scritta.( tra l'altro nu brave guaglione )
Oggi ho applicato una strategia in più, indossando i booster di darione e, devo dire che mi sono trovato veramente bene, non ho avuto problemi di crampi o, particolari affaticamenti ai polpacci, cosa che mi era successa nelle ultime 2 gare montane, certo è che, per avere un riscontro obbiettivo sull'utilità o meno, devo provarli più volte.
Passando alla gara, ho iniziato prudente, affrontando le salite tranquillo e senza strafare, tattica che mi ha fatto mantenere un ritmo costante e dopo metà gara, chi ti vedo scoppiato quasi al passo ?? si, è lui MONCENISIO, lo affianco e poi lo supero con facilità e, nel giro di poco, lo stacco di una decina di secondi.
Bene, sono ancora fresco e posso aumentare, magari andando a prendere qualcun'altro, rimango da solo, scendo bene e nei tratti in erba pianeggianti o quasi, vado come una spia, poi inizia una nuova discesa un po sconnessa e io, metto male un piede e porcccccc..... prendo una leggera storta in supinazione, mi spavento, mollo un po, ma sembrano non esserci conseguenze gravi, quindi riprendo la discesa deciso ma più accorto.
Dopo qualche centinaio di metri, chi mi riprende ? Si, lui, MONCENISIO, e io da coglione gli dico : " guarda che in classifica di categoria sei di una posizione davanti a me, devi battermi... " lui : " a si ? non lo sapevo ", parte a razzo in discesa e mi prende subito 50 metri, poi aumentano leggermente e quello rimarrà il distacco, nonostante finito lo sterrato, nell'ultima parte su asfalto, sia andato a razzo, non sono più riuscito a prenderlo.
Comunque, sono contento perchè ho avuto delle buone sensazioni, sia in salita, ma soprattutto nelle parti corribili che, rispetto a 40 giorni fa, sono nettamente migliorate.
Non so e realmente non  m'importa, comunque dovrei essere arrivato 11° di categoria M2-M3 ( 35-40 ).
Ora il mio pensiero è rivolto solo alla maratona.

eccommi all'arrivo ( sotto i 4' )

mercoledì 1 settembre 2010

QUALCOSA STA CAMBIANDO

..nel senso che oggi ho effettuato un lavoro apparentemente semplice ma, in realtà dopo i 28 km di domenica, qualche mese fa, mi sarei sentito una chiavica, oggi invece, ero quasi fresco....
se mi guardo fisicamente, le spalle sono più strette, le gambe hanno meno vene esposte, il braccio avrà perso un paio di cm di diametro, però quello che provo durante gli allenamenti, è di maggiore tenuta fisica e mentale, soprattutto ai ritmi medio-lenti, ovvero quelli che per me, equivalgono ad un tempo al km, compreso tra i 4.30 e  i 4.50.
Certo è che, la velocità ( che non è mai stata il mio forte ), è diminuita.
Le sensazioi migliori, inizio a provarle tra i 15 e 20 km, in cui sento che il motore inizia a spingere al massimo e potrei andare tranquillamente fuori giri, però per un motivo o un altro, devo moderarmi....
appena inizio a correre, mi semto quasi sempre un po imballato ( anche per i carichi ), però dopo i primi 5 km, inizio a correre un po sciolto e, verso i 10 km, inizio a nitrire e a non ascoltarmi più, come se IO, FOSSI LA CORSA IN SE...
Ora non voglio esaltarmi troppo ma, neanche sottovalutarmi, in quanto alla mia prima (ed unica) maratona, in condizioni scarse, ho comunque fatto un tempo di 3 ore e 15, fermandomi anche un minutino al 35° km, quindi, nonostante il mio telaio non sia proprio da maratoneta, il motore probabilmente lo è..
oggi, dopo circa 4 km di riscaldamento, insieme ad enfia, dopo un riscaldamento di 3.7 km a 5.03 abbiamo effettuato un 12 x 400 con rec. 200m, le medie sono state rispettivamente di 3.54 e 5.07, per un tot. di 7.2 km a 4.18'/km, seguiti da un defaticamento di 4,3 km a  a 5.13 per un tot. di 15.2 km.
Domani defaticherò e sabato, correrò la mia ultima gara di corsa in montagna, giusto per finire il campionato iniziato quasi 4 mesi fa, poi, saranno solo 1-2 mezze e turin marathon, sempre che la fortuna di non infortunarmi, continui ad assistermi.
buonanotte a tutti


ah, questa non è volgarità, è poesia...   ps. per yogi, vale anche ai giorni nostri :-)) ( te voglio bbene )

domenica 29 agosto 2010

STAVOLTA BUON LUNGO ( CON COLPO D'ACQUA )

Questa mattina, era in programma un lungo di 27 km, con qualche tratto di ritmo medio, iniziale e finale.
Normalmente mi alleno su un tracciato di 3.6 km da ripetere più volte, ma oggi proprio non ce l'avrei fatta, cosi insieme ad enfia, decidiamo di fare il lungo al parco regionale della mandria, purtroppo arrivati li, ci rendiamo conto che il parco è in manutenzione a causa di caduta alberi, quindi chiuso.... cazzo e adesso ?
Avevamo scelto li, oltre che per la bellezza del posto, soprattutto per la presenza di  numerose fontananelle.
Risalendo in macchina delusi, iniziamo a pensare ad un altro posto; alla fine si opta per un circuito di 14 km ( da ripetere 2 volte ), con partenza da nole, attraversando il comuni di villanova con rientro a nole, con la presenza di fontanelle..evviva !!
Si parte insieme, ma poi ognuno al suo ritmo.
Le mie sensazioni iniziali, a parte un po di rigidità del bacino, mi sembravano buone.
Col passare dei km, mi sento sempre meglio e più sciolto, quindi lascio andare le gambe, ma rimanendo "serrato e coperto" per non scoppiare nella seconda parte.
A metà percorso mi sento un leone, bevo più volte e, fino a 3/4 dei 28 km, va alla grande.
Al 21° km bevo ancora, riparto e continuo a ritmo abbondantemente sotto i 5', arrivato al 22° km sopraggiunge una crisi, coincidente con tratto in salita e gambe che iniziano ad essere affaticate, continuo fino al 26° vedendo santi e madonne e, sentendo lo stomaco un po " pieno "...
finita la salita, mi viene la brillante idea di bere ancora un po, riparto tutto contento e dopo 150m, una botta di nausea e vomito d'acqua a getto ( tipo esorcista ), incredibile, avrò buttato fuori almeno 1 litro.... chiara, limpida, pura, sembrava brio blu rrrocchetta.
Fatto questo, riparto sentendomi subito meglio, le gambe ricominciano a giarare bene e chiudo i 28 km alla media di 4.50, quindi 15''/km in meno dei 27km di 2 settimane fa, anche se su percorso diverso ( con caratteristiche simili ). Oggi inoltre, la temperatura era nettamente più adeguata.
Questa volta sono soddisfatto e chiudo la settimana con 73 km.

questo il mio ritmo di oggi :

mercoledì 25 agosto 2010

GITARELLA AL RIFUGIO GASTALDI

Oggi avrei dovuto fare un lavoro di fartlek, invece col permesso di luciano er califfo ( non è vero ), l'ho rimandato a domani.
Questa settimana sono ancora in ferie, per modo di dire, infatti essendo un libero professionista, se non lavoro, non vedo un euro !!
La giornata di oggi era bellissima, nessuna nuvola, quindi senza pensarci due volte, salgo in macchina e vado verso le montagne ; meta il pian della mussa ( 1800m slm ) e poi da li vedremo.
Durante il viaggio, decido di fare un'escursione al rifugio GASTALDI , sito a 2658 m.
Il tempo di percorrenza medio è dato di 2 ore e 30, io salendo con passo svelto ma per nulla affaticante, sono arrivato su in 1 ora e 20.
Posto magnifico, poi con un cielo senza una nuvola, sembrava di essere in paradiso.
La prossima volta, mi spingerò fino al lago della rossa, dato a 90' dal rifugio, quindi dovrei arrivarci in circa 40'.
Domani invece lavoro di fartlek, giuro.. :-))

sono più in alto delle nuvole...

                                                                                
                                                                                  alcuni nevai

inizio discesa