giovedì 30 dicembre 2010

BILANCIO PODISTICO 2010 E PROSPETTIVE ( OTTIMISTICHE ) 2011

Che dire, quest'annata non è stata producente, un po come quella del vino nel 2003....
se posso usare un termine adeguato, direi che è stata una chiavica.
Se non per brevissimi momenti, non ho mai trovato una forma decente. La causa di ciò credo sia stata principalmente dalla poca voglia che, vedendo gli scarsi risultati in un determinato tipo di preparazione, mi faceva saltare a tutt'altra nella speranza che,  potesse andare meglio.
Certo, seguivo anche l'istinto del momento che può essere giustissimo per un amatore, ma che non ottimizza e finalizza nulla.
Potrei anche dare la colpa all'alimentiazone approssimativamente corretta ma, facendo ancora più schifo, negli anni passati, avevo ottenuto risultati nettamente migliori, quindi ho sbagliato l'allenamento e la testa, mi ha mollato più volte e basta !!
Ora mi sembra di aver rimesso la " testa sulle gambe ", quindi pian piano cercherò di tornare fisicamente e mentalmente quello di 2 fa, però più forte !! :-))
Obiettivi..eh, non voglio sbilanciarmi, poichè l'esaltazione del momento potrebbe lanciarmi verso traguardi impossibili, però banalmente, cercherò di scendere sotto le 3 ore e 10 nella maratona, sotto i 39 nei 10 mila e sotto l'1.26 nella mezza, poi a fine anno, un'altra maratona sotto le tre ore  !! sogno ? si, sogno !! e allora ??
buonanotte a tutti

giovedì 23 dicembre 2010

TANTI AUGURI DA STOPPRE, THE BLACK NIGHT, THE RAIN, THE FOG AND THE FOX

Ieri sera in palestra, anche se mi scocciava molto, ho eseguito un 10 x 100 sul tapis in quanto, le condizioni della strada e il tempo, non era adatte, neanche per chi come me, corre con qualunque meteo.
Devo dire che non è stato così male, dopo un riscaldamento di 5 km corso a velocità tra 10.2 e 13 ( velocità percepità da me, nettamente più impegnativa ) e un'inclinazione dell'1% per simulare al meglio la falcata, ho fermato il tappeto per poi farlo ripartire inclinandolo tra il 10 e il 12 % e una velocità tra i 14.5 e i 15.5 km/h calcolando 100m dal raggiungimento dei parametri impostati. La parte difficile era poi, far rallentare e declinare il tappeto ogni volta senza ammazzarsi, quindi ripartire dopo un recupero di circa 1' camminato a 5 km /h. Ogni volta arrivavo col cuore in gola pensando : " ora muoi !! ",poi dopo poco in realtà, mi riprendevo.
Stasera invece ho corso nuovamente per 10 km in pista ciclabile, forse nonostante il buio, il posto più sicuro, non essendoci macchine e coglioni che rischiano di investirti ad ogni incrocio.
Realmente, pur avendo la lampada frontale, tra la pioggia, il buio, un po di nebbia a banchi, avevo un po di timore, pensando : " e se adesso alle spalle mi assale un leone o un orso grizzly, come mi comporto ?? "
L'atmosfera era uguale al film  " un lupo mannaro americano a Londra " e anche per un maschione come me, c'era un po di timore.
Al 6° km ho rischiato l'infarto quando a 10 m mi ha attraversato una bestia strana, la illumino con la lampada frontale e scorgo una bellissima coda... era una volpe !!
Riprendo a correre regolare e chiudo i 10 km a 4.57 /km, arrivo a casa sporchissimo e mi appago entrando nella doccia vestito per togliere la terra anche dall'abbigliamento.
BUON NATALE A TUTTI !!!

martedì 21 dicembre 2010

SUGGESTIVA CORSA IN CICLABILE

Questa sera, qui a ciriè nevicava, in meno di un'oretta un velo di mezzo cm aveva già imbiancato le strade e, quale migliore occasione per farsi un bel giro tra Cirie e Grosso passando dalla ciclabile ?!
Lo spettacolo era mozzafiato, la strada che al buio normalmente non di vede, era tracciata benissimo dalla neve e, correre su quel velo bianco, aveva creato un romantico clima natalizio, mi sembrava di scorgere in lontananza i re magi, le pecore invece, è normale incontrarle.
Il rumore dei passi sulla neve e i fiocchi che mi toccavano nella penombra, mi facevano provare una sensazione nostalgico-romantica.
Una scorreggia decisa, di quelle che creano vibrazioni anche leggermente dolorose, mi faceva ritornare presto alla realtà, ricordandomi che non ero li per saltellare nella neve come una verginella ma, per allenarmi !!
Le sensazioni sono state buone, ho tenuto un passo medio intorno ai 4.55/km, nonostante la neve e le scarpe da trail indossate, mi rallentassero un po.
Bellissima corsa, una di quelle che rimangono nella memoria, peccato essere stato da solo.

...poche cose sono impossibili, bisogna solo crederci e volerle davvero ( usando la testa.. )

sabato 18 dicembre 2010

PERCHE' PERDO TEMPO SU STO CAZZO DI BLOG ??

...in effetti non ho una sola risposta risposta, ne ho diverse.
Principalmente mi da molta soddisfazione pensare che via web, ci sia qualcosa scritto da me, vuoi che siano allenamenti, gare, musica o stronzate per ridere o piangere un po.
Il mio blog è nato per parlare pricipalmente di corsa, ma poi mi sono reso conto che IO, non sono solo corsa e ,condividere altri piaceri con chi visita il mio blog, mi stimolava.
Forse se avessi ottenuto risultati migliori, il mio ego sarebbe stato soddisfatto solo dallo scivere di corsa, ma essendo appena un mediocre, ho cambiato registro.
Scrivo ciò che voglio, in base ad umori, momenti e gradazione alcolica nel sangue.
Mai farò come quei soggetti che moderano o bloccano i commenti ai loro post, perchè risultano troppo " forti " e comunque contro le loro idee..allora che cavolo condividi su un blog le tue esperienze se poi vuoi che scrivano quello che ti aspetti/eresti ??? 
Il giorno che farò un post per avere l'approvazione di qualcuno e chiedere di non trattarmi più male, allora sarò veramente arrivato alla frutta ( marcia ).
Per il resto, quando parlo di un allenamento o di una gara che penso di aver fatto bene, allora mi aspetto risposte di approvazione e incoraggiamento, l'idea di stupire o interessare un po chi mi legge, mi diverte e soddisfa momentaneamente ; toh, guarda quanti commenti, allora sono un grande, si , un grande coglione !!
A volte ho persino l'idea del titolo del post mentre corro, un titolo endorfinico e d'impatto che, sicuramente avrà un feedback notevole, sensazionale. ah ah ah. devo sapere tutti che risultatone ho fatto..
L'idea che il mio blog possa essere un diario, è da tempo superata, poichè non mi sono mai riletto ne penso che lo farò, i miei post a distanza di tempo.
Obbiettivamente, non andrò mai a rivedere che tipo di allenamento avevo eseguito, quando feci quel tempo !! ma siamo mica matti !?
A volte nei miei post, ci sono anche messaggi cifrati e codificati :-))
Tramite il blog, ho conosciuto anche diverse persone che tuttora frequento, altri che era meglio non vedere neanche da lontano, altri a cui spero di stringere la mano in futuro, quindi questo è un altro motivo che da senso a tutto questo tempo perso a digitare.
Mi piacciono i blog dei " non vincenti ", forse perche mi assomigliano, mi annoiano invece quelli che hanno sempre una risposta a tutto e a cui il mondo sembra sorridere sempre, tanto si sa che non è mai così, anzi spesso sono i più rovinati dentro...
anche questo mio post non ha alcun vero senso, però mi andava di scriverlo usando il mio tempo, sottraendo qualche minuto al riposo e ad un altro assurdo passatempo.. la vita.

martedì 14 dicembre 2010

IL RISULTATO E' SEMPRE 5

Da circa 15 giorni, ho iniziato la cosiddetta " preparazione invernale ", che da una parte dovrebbe rigenerarmi e dall'altra creare le basi per la ripresa della velocità, ma di questo se ne parlerà tra gennaio e marzo.
Mai programma fu più facile, praticamente un solo lavoro di forza specifica settimanale, ovvero sprint in salita ( 10 % circa ) di 100 metri, cercando di rimanere decontratto e correre spingendo bene con caviglie e braccia.
Più in la, farò delle ripetute in salite più facili di 1 km, mantenendo il più possibile la spinta.
Il resto degli allenamenti, sono tutti lenti compresi tra 4.45 e 5.10-15 con media finale abbastanza facile di 5'/km.
Nel fine settimana, c'è sempre un lunghino che  non supera mai i 15-18 km tranquilli e a sensazione, domenica ad esempio, stavo bene e le gambe mi hanno portato a correre a 4.50, dopo che il sabato ne avevo corsi 12 a 4.46.
Di testa mia, in uno dei 5 giorni a settimana in cui corro, ho inserito del fartlek 1'/1', giusto per svegliare un po le gambe.
Ovviamente non può mancare la palestra, con 2 sedute settimanali.
Negli altri giorni non mi alleno :-))
Buonanotte

così faceva esplodere lo stadio...

mercoledì 8 dicembre 2010

M.JACKSON E F. MERCURY GLI FACEVANO LE PIPPE.....



..PERCHE' NE HANNO TRATTO SPUNTO, PERO' ORA LUI....



...CERTO, LE VOCI ERANO ALTRE, MA LA FISICITA' E' STATA CHIARAMENTE UNA FONTE D'ISPIRAZIONE.
MITO E' CHI RESISTE !!!

venerdì 3 dicembre 2010

IL FERRO RIGENERA MUSCOLI, OSSA E... UN PO ANCHE I TENDINI !!

...non sto parlando del minerale, bensi del ferro del bilanciere, dei dischi e dei manubri !!
Ogni volta me ne dimentico e quando trascuro il lavoro con i pesi, il mio corpo ha qualche cedimento strutturale e muscolare, d'altronde il mio fisico si è formato lavorando fin da ragazzino, con queste diavolerie.
A parte ciò, sono sicuro che far lavorare diversamente il muscolo e in maniera isotonica, certamente da un input diverso da quello della corsa, che è essenzialmente isometrica.
In un certo senso, anche se in maniera indiretta, è come se correndo si cambiassero i punti d'appoggio e lo stress continuo su un determinato punto osseo e muscolare, fosse compensato dall'attivazione di altre fibre li contigue.
Lo squat completo ( più che parziale ), gli stacchi, il calf in piedi ( meglio singolo per gastrocnemio) o da seduto ( soleo ), gli slanci pel glutei frontali e laterali (abd e add ), affondi frontali e laterali, al limite una pressa orizzontale e un leg curl, sono i miei cavalli di battaglia. Lat machine avanti e rematore con bilanciere, completano la fortificazione e rigenerazione del mio telaio. Per gli addominali, dedico almeno una seduta a parte...
Inoltre, per quanto mi riguarda,il giorno dopo una buona seduta di pesi, gli acciacchi a glutei, femorali e adduttori, migliorano in maniera sensibile, dopo 3 sedute diventano praticamente nulli !!
Tutte le altre varianti ( utilissime in alcuni casi ), per ciò che voglio ottenere attualmente, non mi servono.
Il mio fisico è da considerarsi obsoleto e senza fronzoli, devo rimanere compatto, forte e reattivo e, se allenato nella maniera giusta, probabilmente potrò ottenere ancora qualcosa, se mi perdo nelle finezze, vuoi per la scarsa propensione alle regole, vuoi per come sono FATTO  fisicamente, otterrò qualcosa che rimarra sempre nel purgatorio.
1- non ho il fisico da maratoneta, devo puntare a qualcosa di più breve e allenare al meglio quello.
2- non ho il fisico da corsa in montagna, sono troppo pesante e la mia muscolatura andrebbe bene solo per uno sprint in salita.
3- i risultati migliori, li ho ottenuti in condizioni muscolari da semi body builder...se perdo la gamba, come posso portarmi in giro un tronco da oltre 105 cm di torace ??
4- la palestra mi piace, quindi perchè confondermi e complicarmi ancora le idee ??

       

    

mercoledì 1 dicembre 2010

GODERE DEL BUIO E DEL SILENZIO

Potrà sembrare macabro e asociale anzi, forse un po lo è, però come ribadito più volte, ci sono alcune serate in cui correndo, l'atmosfera che si crea intorno a te ( anzi a me ), diventa surreale e quasi magica.
Un po di neve qua e la, qualche luccichio di ghiaccio sull'asfalto e le gambe che girano regolari, fanno diventare una corsa, quasi come una seduta di meditazione trascendentale.
Correre da solo e nel silenzio, ti fa entrare in uno stato di semi trans ( che non è un paese di travestiti..), un po d'introspezione diventa d'obbligo
 Forse a qualcuno, guardarsi dentro fa paura, a me no, anzi quando sto fisicamente bene, non c'è corsa in compagnia con parole di cortesia e condivisione, che valga il silenzio dei propri passi e del proprio respiro.
 Il buio non ti distrae verso un panorama particolare e, come stasera, neanche una stellata ( essendo nuvoloso ).
Lo sguardo perso nel vuoto che non guarda nulla se non la strada, alla fine di tutto, crea l'illusione di aver visto cose che in realtà, abbiamo solo immaginato in quella mezzoretta di corsa.
Questo è quello che amo della corsa, se poi si riesce a fare anche un buon allenamento, tutto di guadagnato.
Oggi 4.5 km di riscaldamento e poi 12 x 100m in salita a circa 21'' di media e udite udite, neanche un principio di crampi, sarà che sto integrando il magnesio ??




Parole come violenza
Rompono il silenzio
Arrivano schiantandosi
Nel mio piccolo mondo
Sono dolorose per me
Mi penetrano direttamente
Non puoi capire Ragazzina
Tutto ciò che ho sempre voluto
Tutto ciò di cui ho sempre avuto bisogno
È qui nelle mie braccia
Le parole sono davvero superflue
Possono solo fare male
Le promesse sono fatte
Per essere spezzate
Le emozioni sono intense
La parola è banale
I piaceri rimangono
Così fa la paura
La parola è insignificante
E obliabile
Tutto ciò che ho sempre voluto
Tutto ciò di cui ho sempre avuto bisogno
È qui nelle mie braccia
Le parole sono davvero superflue
Possono solo fare male.

ps. chiedo scusa in anticipo a guido, per eventuali errori di sintassi, se me lo dirai, cercherò di correggere nel più più breve tempo possibile. grazie