domenica 11 aprile 2010

MASSIMO RISPETTO

Massimo rispetto a mia madre che a 73 anni vive da sola, ha avuto una vita molto dura,ma ha la forza di andare avanti, perche una volta alla settimana passiamo a trovarla con mia figlia e perchè vorrebbe vedere mio fratello più tranquillo e con un lavoro stabile.
Massimo rispetto per i miei amici di lunga data, che continuano a chiedermi di vederci e io continuo a dire si, poi non succede mai, però sono sempre li,ci vedessimo anche tra 10 anni, sembrerebbero passati pochi mesi..
Massimo rispetto per chi si è caricato la croce di una vita che non lo porterà da nessuna parte, però avendolo promesso, continua per quella strada a denti stretti e testa bassa, rinunciando quasi a se stesso.
Massimo rispetto a chi chiude con la vita precedente e si butta in una nuova, anche se potrebbe voler dire solutidine e confusione per un po', ma almeno sarà la realtà.
Massimo rispetto per le persone che nella malattia soffrono con dignità, non cercando a loro volta di distruggere psicologicamente chi gli sta vicino, anzi quasi se ne fregano e vada come vada !!! chi dopo un ciclo di chemioterapia è incazzato perchè nel week end non potrà andare a sciare, cazzo, siete i miei eroi !!
Massimo rispetto anche per stopprina che (per ora)mi sopporta, perchè ha capito la mia essenza e non solo per quello che faccio giorno per giorno ( vedi cara, è difficile spiegare e difficile capire, se non hai capito già.. )
Massimo rispetto per chi mi ha accolto nella propria famiglia e, ora mi considera come un figlio. Non tradirò MAI
Massimo rispetto per chi non ha nulla e riesce ad essere più sereno di me che ho molto, forse troppo.
Massimo rispetto per il barolo, il barbaresco, il nebbiolo, la barbera, il dolcetto,l'amarone,il chianti, il brunello, il montepulciano, il nero d'avola, il primitivo di manduria, e tutti i vini buoni.
Massimo rispetto per il contadino che ha coltivato quelle viti...
Massimo rispetto per il mio collega rumeno, che si occupa dello smaltimento rifiuti, che mi ha riportato il cellulare da 500 euro ( preso col contratto, e che vado a spendere quei sordi per un telefono !? ), dimenticato sull'armadietto nello spogliatoio.
Massimo rispetto a tutti i podisti che corrono, sia proponendosi un obiettivo o solo per rimanere in forma, e comunque per cercare di essere persone migliori che apprezzano maggiormente la vita, qualunque sia il significato.

13 commenti:

  1. Massimo rispetto a te amico mio :-)

    Buongiorno mondo!

    RispondiElimina
  2. Per questo post ti meriti un "grande!", bello davvero.

    RispondiElimina
  3. be' ,sai ,forse questo mondo non e' poi tutto merda e marciume..
    siamo forse noi che abbiamo gli occhi "sporchi" da tutto il resto...
    ciaooo
    Pimpe..
    p.s. piove cazzarola!

    RispondiElimina
  4. massimo rispetto per quanti dedicano la loro vita anche agli altri, in molti modi.....

    RispondiElimina
  5. ecco perchè mi piace leggere i blog... ogni tanto trovi anche queste belle parole, oltre ad allenamenti ed elogi al vino di turno, che ti fanno sorridere nel bel bel mezzo di un giorno di pioggia. :-)

    RispondiElimina
  6. hai dimenticato gli allenatori e l'aglianico del taburno. e il blauburgunder.
    luciano er califfo.

    RispondiElimina
  7. veramente bello. complimenti!!

    RispondiElimina
  8. Grazie.......troppo spesso non si esprime veramente ciò che si pensa, fortunata la stopprina!

    RispondiElimina
  9. Insomma... massimo rispetto per i sentimenti: l'amore materno, filiale, coniugale... l'amicizia, la passione... e i grandi ideali quali libertà, coerenza, lealtà...

    Prosit!

    RispondiElimina
  10. Bellissimo post e splendida la chicca della citazione gucciniana

    RispondiElimina
  11. Mi unisco agli elogi per il post e rifletto:
    Quant'è dolceamara la vita!

    RispondiElimina
  12. Mi unisco al tuo pensiero, ho letto questo post tutto d'un fiato, sembrava non finisse mai, sei un grande!

    Maurizio

    RispondiElimina