giovedì 13 gennaio 2011

L'ESTETICA NON SEMPRE PAGA

Le migliori prestazioni podistiche, le ho fatte quasi sempre quando la sera prima, avevo mangiato senza remore e freni inibitori, ascoltanto lo stimolo sia della fame che quello oculare, ovvero tutto quello che di commestibile spaziava nel mio campo visivo, lo addentavo !!
Le volte in cui ho raggiunto il peso minimo, mangiando ( e bevendo, alcol intendo.. ) circa la metà del mio normale, alzandomi dal tavolo con ancora l'appetito, ho sempre avuto dei cali mostruosi nelle prestazioni.
Eppure gli addominali e le vene erano a vista, il viso scavato e la taglia dei pantaloni anzichè la 33 e anche 34, era la 32, perfino un 31 !!
Che sia un soggetto podisticamente alternante, almeno nell'anno appena trascorso, ormai si è capito, ma la cosa grave e non aver ancora accettato che io magro e, sotto i 75-76 kg, non lo sarò MAI !!
Dieta zona e gift, soprattutto la seconda, sono un ottimo approcio alimentare, però riesco a mantenerle al max per 4-5 giorni, in cui scendo, anche troppo velocemente di peso ( anche 2 kg, che poi sono solo liquidi di ritenzione ).
Quando mi trovo a tavola, con davanti ogni ben di Dio, quasi mi commuovo e attacco come un pitbull.
La cosa paradossale però, è che quando mangio secondo quello che mi richiede il fisico, anzi obbiettivamente esagerando spesso, mi sento molto più forte e carico, correndo meglio e sentendo le gambe belle piene che mordono la strada, velocità media, resistenza e sensazioni sono nettamente migliori, mentre quando dimagrisco, mi sento spompato e svogliato !!
Sono un runner anomalo, attualmente peso (al mattino) tra i 78 e 79 kg, però da sempre, a parità di allenamento e forma, più o meno, ho le prestazioni e i tempi di chi pesa quasi 15 kg meno di me, quindi è chiaro che la mia corsa è basata essenzialmente, oltrechè e chiaramente sull'allenamneto, dalla potenza muscolare e la resistenza data dalle scorte di glicogeno che incremento continuamente e, guaiii a svuotarle !!
Se voglio fare una buona maratona, devo correre di più e più a lungo, ma mai più lo farò a digiuno,se non al max per 12 km, perchè mi sminchierei. Potenza lipidica ?? ma quando mai, potenza e basta !!
Sono sicuro che sotto i 70 kg, mi ricovererebbero subito, si, in una trattoria da zozzoni, quelle con le tovaglie di carta a quadretti e i bicchieri un po opacizzati dal calcare, dove si beve vino della casa e birra Raffo !!
Ora per carità, non voglio essere " eretico ", chiaramente mangiare bene e in maniera equilibrata, è il massimo per chi fa sport e anche per i sedentari, però, anche mangiare poco rispetto a quello che il corpo ci chiede, è un errore, questo devo ricordarmelo.
Se poi, ci sarà un po di panzetta, chissenefrega !!

Guido, la più bella è questa...    l'armonia

10 commenti:

  1. Ragazzo il cantinone ti aspetta

    RispondiElimina
  2. Appena fatta fuori una fetta dell'ultimo pandoro con tazzona di caffè, e che faccio butto la roba da magnà? Dopo in pausa pranzo 1h di corsa lenta come da tabella di RUNNERBLADE, e andiamo!!!
    Al cantinone?? Quando, quando??
    Cmq a parte tutto condivido il tuo pensiero, anzi sono proprio uguale a te, io sotto i 75 kg mi dicono che faccio schifo (sono 1.78 mt) ed effettivamente è vero! Diciamo che cerco di non esagerare ma i piaceri della tavola e del buon bere non li elimino del tutto. Adesso viaggio sui 78.5 eppure i miei tempi non ne risentono, magari solo un pò le articolazioni. Ciao Maurì!

    RispondiElimina
  3. Io se mangio troppo e male prima mando tutto a puttane,per quanto sia anch'io un podista pesante.. Correre appesantito mi da fastidio..
    Dopo un Cantinone non si rifiuta mai..

    RispondiElimina
  4. Anch'io sono tendenzialmente "pesante" e "potente" piu' che gazzelliforme come un keniota... e difficilmente riusciro' a mutare la mia "forma".
    Il discorso sul cibo mi sembra non faccia una piega...
    In fondo il running deve essere divertimento in primis... e se si deve magnare, allora MAGNAMO!

    RispondiElimina
  5. in effetti mi è capitato di correre benissimo dopo una serata di bagordi, ma sono eccezioni: oggettivamente con la zavorra addosso si corre peggio, non ci sono qatzi! senza considerare le ricadute psicologiche che sono devastanti.....

    RispondiElimina
  6. LA BIRRA RAFFO!!!
    rivoglio la birra raffo!
    luciano er califfo.

    RispondiElimina
  7. Come ti capisco. Forse non sempre sarà vero, ma pensare che vai forte perchè la sera prima hai mangiato bene aiuta a vivere meglio.
    Bella, la scelta dei Turin Brakes.

    RispondiElimina
  8. quoto la parte che ho sempre corso bene anche con qualche chilo in più. però nei momenti in cui ero più leggera ho dato il meglio!

    io sto mangiando benissimo da quando c'è frank che praticamente mangia sempre con me, ma tanto non ho perso nemmeno un kg...pazienza! in piscina però vado bene x il principio di archimede :-D

    RispondiElimina
  9. rovinarsi col cibo non è quello che intendo, mangiare in maniera adeguata è sempre l'ideale, però per me un piattino di legumi con del tonno è un antipasto.. poi ci va la pasta o almeno una minestra di cereali, un secondo, un contorno, del pane preferibilmente integrale e se ci sta la frutta e magari un dolcino, il tutto ovviamente innaffiato con del vino di buona qualità..non mi sembra sia eccessivo :-))
    la sera prima di una gara, meglio evitare la frutta..fermenta !!

    RispondiElimina
  10. Sicuramente l'alimentazione è importante, curarla sì ma non diventarne schiavi.
    Senti fustaccio organizziamo un remake http://www.youtube.com/watch?v=Yu4WtXN44QY ?

    RispondiElimina