giovedì 25 febbraio 2010

RIORDINIAMO LE IDEE, CHI SONO ? AH SI, SO STOPPRE !!



Ciao a tutti, ancora una riflessione che volevo condividere con voi.
Dopo il buon periodo autunnale e inizio inverno,in cui ho stabilito i miei personali sulla mezza maratona e sui 10 mila metri nel giro di 3 settimane ( rispettivamente di 2 min. netti e di 48'',il che indicava un buon periodo di forma),nel mese successivo e fino a circa 15 giorni fa, il mio stato psico-fisico mi ha completamente spiazzato, infatti per chi ha letto i miei post del periodo, gli acciacchi che normalmente mi porto in giro ad intermittenza da quasi 2 anni, forse sono stati la scusante di un periodo di forma pessimo, facendomi vedere il bicchiere non mezzo pieno, bensì quasi vuoto.
Il discorso che ho inanelato, al dire il vero mi aveva quasi convinto a cambiare completamente gli obbiettivi e i motivi della mia corsa, facendomi propendere verso l'allenamento salutistico e esercizi in palestra, che eseguiti con carichi eccessivamente pesanti ( mentendo a me stesso nell'eventualità di diventare un velocista ), mi avevano quasi rasserenato, rendendomi in guru di me stesso, in realtà probabilmente può essere stato un'autodifesa della mia mente, al fine di evitare la depressione che il periodo invernale può dare nel runner.
Non escludo anche una forma di sovrallenamento o overtraining, se vogliamo fare gli americà.
Con questo non mi rimangio tutto a proposito della corsa a sensazione,anzi continuerò a "usarla " finchè e quando sarà necessario.
La cosa certa è che il fastidio al polpaccio e al gluteo, non sono problemi insormontabili e in qualche modo posso curarli bene e forse guarirli.
Probabilmente questo periodo, che non è il primo simile in 3 anni di agonismo ( ai miei livelli,ovvio ), deve ricordarmi di non perdere mai più la fiducia in me stesso e in ciò che credo, ovvero che ogni giorno può essere migliore di quello già passato, non estremizzando più idee che in realtà, non riuscirei mai a mantenere perchè non sono così !!
Non sono quello che si accontenta di fare la corsetta salutistica sapendo di poter fare meglio ( ma quanto? ), non sono quello che riesce a stare nel gruppo per assecondare la velocità dei più lenti ( se non quando corro davvero piano, ovvero a 5.15-20 ), non sono quello che si dosa perchè potrei farmi male, oggi stò bene e quindi do il culo, se domani sono rotto sarò incazzato nero e la storia si ripeterà in eterno !!
Sono una persona a volte contraddittoria,in alcuni casi una sorpresa per me stesso, sia in negativo che positivo, però se non per brevissimi attimi, non conosco la depressione( maggiore ) e la reazione alle cose mi viene spontanea.
A volte sono persino peggio di Guido, a cui spesso cerco di dare consigli saggi, in realtà anche il suo modo di affrontare la corsa ha un motivo ( forse );-)))
Come disse il profeta gibran : " sono il bastoncino e la fiammella che lo arde e una parte consuma l'altra ".
Lo so, la soluzione sarebbe il litio, ma come mr. jones, voglio godermi al massimo i momenti di esaltazione, anche perchè quelli depressivi non sono così tremendi !!
Questo che vuol dire, che sono fottuto ? tutt'altro, il mio cammino è ancora lungo, la ricerca nella corsa deve diventare sempre più, quella del noioso equilibrio, che tanto una volta raggiunto, sarà sopraffatto da una nuova sfida, che si concluderà in un altro di questi ciclici periodi, quindi voi tutti, bloggers e amici cari, abbiate pazienza e consideratemi semplicemente un ELETTO ah ah ah ah.
molti me l'hanno detto, ti conosciamo meglio di come ti conosca tu ( anche pronunciandolo tra le righe )... o'saccie !! quindi siate sempre presenti .
Un saggio detto cinese dice : " CHI NASCIA TUNDU NU PO' MORIRI QUATRATO !!! ", però si può fare molto per smussarsi.
Quindi il cammino è ancora lungo e le 2.59.59 in maratona sono ad un passo, rimbocchiamoci le maniche, dipingiamoci le unghia, squillino le trombe, trombino le squillo,andiamo a vedere tutti chiavatar in 3d e godiamoci la curiosità che la vita ci propone ogni giorno.
PASSIVI MAI !!

7 commenti:

  1. l'ultimo paragrafo è di una filosoficità ermeneutica e gnoseologica esemplare...
    luciano er califfo.

    RispondiElimina
  2. considera che oggi si predica OVUNQUE il "tutto subito", esaltando la prospettiva di un obiettivo raggiunto. Considera anche la bellezza della qualità del "cammino" per arrivare, che potrebbe addirittura offuscare l'obiettivo stesso. "La via è la meta".

    RispondiElimina
  3. sbaglio o da quando corri meno scrivi moolto di più?! ;))

    RispondiElimina
  4. luciano : e ce o sai !! volevo proprio scrivero, però poi ho pensato che fosse banale e superfluo. :-)

    enrico polipo's : si effettivamente, anche quando ottieni un risultato, il bello è la ripartenza per migliorarse, se possibile.
    "...quando fu davanti al mare si sentì un coglione, perchè più in la non si poteva conquistare niente.."

    yogi : non necessariamente, di solito vado ad ispirazione.forse come numero di post si

    RispondiElimina
  5. oh, nessun giudizio! ;) solo una constatazione.....

    RispondiElimina
  6. Logorreaa stoppre, fa certi luunghi ehehee

    Io ho un senso!! (?)

    RispondiElimina
  7. riordino le idee ... ecco bravo!

    RispondiElimina