mercoledì 1 luglio 2009

2.58 con questo in testa...


Ma s' io avessi previsto tutto questo, dati causa e pretesto, le attuali conclusioni credete che per questi quattro premi, questa gloria da stronzi, avrei corso maratone; va beh, lo ammetto che mi son sbagliato e accetto il "crucifige" e così sia, chiedo tempo, son della razza mia, per quanto grande sia, il primo che si è allenato... Mio padre in fondo aveva anche ragione a dir che la pensione è davvero importante, mia madre non aveva poi sbagliato a dir che un medagliato conta più d' un dilettante: giovane e ingenuo io ho perso la testa, sian stati i libri o il mio provincialismo, e un cazzo in culo e accuse d' arrivismo, dubbi di qualunquismo, son quello che mi resta... Voi allenatori, voi personaggi austeri, militanti severi, chiedo scusa a vossìa, però non ho mai detto che con allenamenti veri si fan rivoluzioni, si possa far poesia; io corro quando posso, come posso, quando ne ho voglia senza applausi o fischi: classificarmi o no non passa fra i miei rischi, non illudetevi che vinca e sputatemi addosso... Secondo voi ma a me cosa mi frega di assumermi la bega di star quassù a faticare, godo molto di più nell' ubriacarmi oppure a masturbarmi o, al limite, a scopare... se son d' umore nero allora m'alleno frugando dentro alle nostre miserie: di solito ho da far cose più serie, costruire su macerie o mantenermi vivo... Io tutto, io niente, io stronzo, io ubriacone, io poeta, io buffone, io anarchico, io fascista, io ricco, io senza soldi, io radicale, io diverso ed io uguale, negro, ebreo, comunista! Io frocio, io perchè corro so imbarcare, io falso, io vero, io genio, io cretino, io solo qui alle quattro del mattino, l'angoscia e un po' di vino, voglia di bestemmiare! Secondo voi ma chi me lo fa fare di allenarmi insieme a chiunque ha un tiramento? Ovvio, il medico dice "sei infortunato", nemmeno da stirato, mi voglio fermare. Ed io che ho sempre detto che era un gioco sapere usare o no ad un certo metro: compagni il gioco si fa peso e tetro, comprate il mio didietro, io lo vendo per poco! Colleghi maratoneti, eletta schiera, che si vende alle gare per un pò di milioni, voi che siete capaci fate bene a aver le tasche piene e non solo i coglioni... Che cosa posso dirvi? Andate e fate, tanto ci sarà sempre, lo sapete, un runner fallito, un pio, un teorete, un Bertoncelli o un prete a sparare cazzate! Ma s' io avessi previsto tutto questo, dati causa e pretesto, forse farei lo stesso, mi piace far maratone e bere vino, mi piace far casino, poi sono nato fesso e quindi tiro avanti e non mi svesto dei panni che son solito portare: ho tante gare ancora da raccontare per chi vuole ascoltare e a culo tutto il resto!
personale modifica della canzone più bella ed esaltante di guccini " l'avvelenata "

19 commenti:

  1. Son cresciuto con questa canzone... tu l'hai sentita in seconda battuta.

    RispondiElimina
  2. minkia ragazzi, ma tu hai citato addirittura il vate.... l'ho consumato sto disco!

    RispondiElimina
  3. ...e a culo tutto il resto....

    RispondiElimina
  4. "io, chierico vagante, bandito di strada,
    io, non runner, solo piccolo corridore,
    perché, per colpa d'altri, vada come vada,
    a volte mi vergogno di fare la mia corsa"

    Libero adattamento di Addio, sempre del vate.

    RispondiElimina
  5. Ma quando sono solo con queste scarpe al piede
    con il primo che da mezz' ora almeno mi precede
    si accende la mia rabbia e ricordo con dolore
    che a me è quasi proibito il sogno di una vittoria;
    non so quante ne ho fatte, non so quante ne ho perse,
    per colpa o per destino le gare le ho perdute
    e quando sento il peso d' essere sempre dietro
    mi rimetto le scarpe ai piedi, e correndo mi consolo,
    ma dentro di me sento che la grande gara esiste,
    corro con tanto affanno, corro, e non sono triste
    perchè la corsa è bella, siamo così diversi,
    e parlarle non posso: le parlerò coi versi, le parlerò coi versi...

    RispondiElimina
  6. gian carlo : sicuramente, però la storia e la cultura sono di tutti e non hanno tempo

    yogi : fantastica, top ten di sempre,
    sicuramente

    ezio :proprio così !

    RispondiElimina
  7. enfia : sapevo che avresti citato..

    RispondiElimina
  8. karim : grazie della visita, volevo venirti a trovare ma non sono tuo amico :-((

    RispondiElimina
  9. Corrado:ciao,questa sera ero ad Agliè,percorso molto bello ma "mi sun sciupà".Mal di stomaco che dopo due fette biscottate si è calmato ma che fatica ragazzi.Buona serata.

    RispondiElimina
  10. bella la variante..
    sai che ce l'ho nell'ipod quando faccio i lunghi ? la variante di Battiato/ folkabestia..

    RispondiElimina
  11. kaiakrunner : ciao,anche a te grazie della visita sul blog.
    bell'abbinamento kaiak-corsa,ottimo direi

    RispondiElimina
  12. mastro : un'ispirato

    corado : io sono passato stasera, avete beccato pioggia ?

    RispondiElimina
  13. pimpe : molto bella quella versione, molto particolare.
    é carina anche quella di carboni che si sente in questi giorni

    RispondiElimina
  14. Corrado:No,poche gocce ma al ritorno in macchina non si vedeva tanto che pioveva

    RispondiElimina
  15. Com'è questa storia che non siamo amici? Come fare per rimediare a questa stortura??

    RispondiElimina
  16. Canzone della notturna:
    E un'altra volta è notte e corro, non so neanche io per che motivo, forse perchè son vivo..
    Iniziava così mi sembra..

    RispondiElimina