mercoledì 14 marzo 2012

I MIEI PENSIERI NUDI E CRUDI..

Nelle gare brevi, mentre si corre, i pensieri sono diversi; in quelle medio-lunghe ovviamente, questi momenti vengono decuplicati e variano in base allo stato fisico del momento o anche viceversa.
A freddo, ripensando alla gara di domenica, mi rendo conto che ancora tante sono le emozioni che mi sono rimaste dentro e altrettanti sono i pensieri avuti, quasi come se ci fossero stati 10 e più stoppre insieme a correre li, ed ognuno di questi voleva dire la sua.
Cercando di creare un ordine, questi sono alcuni e credo i principali pensieri avuti :

- Se il buongiorno si vede da mattino, oggi farò una gara di merda, be ora facciamo doccia e colazione, sicuramente mi riprenderò
- che belle giornata, ma si mal che vada mi godrò il panorama della collina morenica, d'altronde ho sempre la scusa di essere fuori forma
- mmmh... non ho fatto abbastanza cacca, mi arriverà durante il percorso o poco prima della partenza
- Mi sento un drago, bastasse questo per.... cazzo ma sono tutti magrissimi, io sembro dumbo alla scala di milano
- si, quello ha il camel bag, dove deve andare nel deserto o arrivare sul monte bianco??!!
- bella partenza, mi sento bene, però meglio non forzare 30 sono tanti
- Corrado se ne va, tanto al 20° lo riprendo, sarà bello che bollito
- bel culo questa, spiace superarla
- primo ristoro, ora mi fermo e bevo e poi prendo un gel..cazzo pensavo che enrico fosse più dietro, come al solito mi fotte al ristoro, ne approfitta..tanto lo riprendo insieme a Corrado
- pure Carlo è già qui?! ma si, io mi sono fermato per idratarmi e ora riparto
- ah ah la discesa, guarda come rimando tutti fermi..è qui che si fa la differenza
- è ancora lunga ed inizio ad avvertire un po di stanchezza alle gambe, sarà solo suggestione, lunghi ne ho fatti
- speriamo non mi vengano i crampi, sarei fottuto come alla turin marathon
- Enri e Corrado non li vedo ancora, mi sa che ne hanno davvero di più
- sto gruppetto mi era davanti 50 metri, li ho ripresi, loro mollano e io ci sono ancora
- la cima, paesaggio fantastico, anche per venirci in mtb
- ancora discesa, il mio pane, ora i duri iniziano a ballare, pista pista..
- merda, crampetto, molliamo un po', tanto è un ritmo che mi farebbe già fare un buon tempo, non pensiamo agli altri(tanto li riprendo..)
- il ristoro del 24°, che bello, ora mi bevo il mondo e poi riparto con calma
- di nuovo Carlo? pensavo fosse rimasto molto più indietro
- tranquillo, ora ne rimangono 6, gestisci
- fottuto, ecco i crampi, ora perderò tutto e carlo va via coe una scheggia, vabbè pazienza, posso ancora fare benino
- niente devo fermarmi
-niente devo fermarmi
-niente devo fermarmi
- non arrivo, così non posso più correre
- dai, mancano si e no 3 km..cazzo gli scalini, proverò a farli all'indietro, no, forse aprendo le gambe...si ce la faccio, poi sarà discesa fino alla fine, al massimo camminerò
- ce la faccio, ora va un po' meglio e forse non sono proprio 30
- bene mancano 500 metri, vediamo se riesco ad aumentare un po... merddddd
- il traguardo, che bello!

Più o meno, questi sono alcuni dei pensieri che ho avuto nel Trail di domenica.
Una cosa è certa, le sensazioni rimastemi dentro, non possono che darmi la voglia e lo stimolo per riprovarci!

20 commenti:

  1. Bello!! Mi hai fatto fare delle belle risate, io pensavo più o meno le stesse cose...BRAVO SOCIO HAI FATTO UNA BELLA GARA!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. quando farò una bella gara no lo vedrai o meglio, lo vedrai dopo un po'.. :-))

      Elimina
    2. E sarò il primo a farti i complimenti...

      Elimina
  2. e allora riprovaci!
    magari hai trovato al tua dimensione, mi fa piacere ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sai Frank, io sono un po' così sportivamnete, imprevedibile anche per me stesso, comunque questa volta è cambiato qualcosa..

      Elimina
    2. Son contento... e spero un presto terzo tempo in piola... ;-)

      Elimina
  3. io ho solo un pensiero fisso: quanto manca? tu, a confronto, sei un intellettuale da nobel.... ;))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. impossibile pensare solo a quello per te, non sei una mente così semplice...si vede sulle foto di runner's world ah ah ah

      Elimina
  4. Poi , se devo essere sincero , pensavo proprio mi acchiappassi , sei partito in fuga da subito!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in fuga???? ma che mmmminchia dici?

      Elimina
  5. Pian pianino acquisirai la mentalità più scialla del long distance runner

    RispondiElimina
    Risposte
    1. effettivamente si potrebbe anche fare o meglio, potrebbe essere...

      Elimina
  6. Grande Mauri....alcuni dei tuoi pensieri li ho avuti anche io; in particolare quello del culo!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. erano pochi ma buoni....poi tu vedevi quelle forti, le più toniche ;-))

      Elimina
  7. Dumbo alla Scala di Milano..ah ah
    L'importante è saper ballare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ballo ballo, m'invento un passo che fa così, fa così, fa cosiiiiiiii

      Elimina
  8. devi stare attento ai ristori, sono luoghi d'imboscata!
    e poi è la salita dove si vede chi ha i maroni, non certo la discesa visto che c'è la gravità dalla tua :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. devo correggerti, in salita puoi anche andare alla grande, ma se non sei u buon discesista, puoi perdere anche più del doppio di quello guadagnato in salita...

      Elimina
  9. si, ma fare il fico in discesa ti regala delle gran belle tendiniti oltre allo stress alle articolazioni e alle ginocchia :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sicuramente non è articolarmente il massimo, però come trattenersi... poi in discesa o sai andare o no, e nel secondo caso allora meglio andar piano altrimenti se rimani troppo contratto, ci si può davvero fare male

      Elimina