martedì 15 novembre 2016

LA MEZZA CHE VALE PER ME E' VALSA

Bello risentire quel minimo d'ansia e frenesia mentre prepari la divisa per correre il giorno dopo, fare mente locale su cosa portare da indossare prima, durante e dopo la gara, sensazioni che avevo quasi dimenticato e che in fondo mi mancavano molto, ma che per diversi motivi non avevo più potuto assaporare.
Sveglia alle ore 6.33, doccia calda di ripresa fisica da 15', poi ad indossare subito la divisa ufficiale della mia squadra da sempre, la PODISTICA LEINI, con pettorale già "spillato" la sera prima.
Alle 8.07 ci si trova sotto casa di Marco insieme a Vita e si parte per Caselle dove ci stanno aspettando Gianluigi & co., consegna dei pettorali che avevo ritirato per tutti la sera prima e partenza per viale Virgilio nel parco del Valentino a torino , dove io correrò la mezza maratona e gli altri 6 la 10 km di ripiego(si sa, sono bambini..).
L'atmosfera è magnifica, la giornata fresca ma soleggiata, così dopo qualche saluto in giro ad amici che non vedevo da un po tra cui il mitico socio Mauro(che come co-organizzatore guiderà la corsa in bici), ci si va a cambiare presso il grosso gazebo adibito per l'occasione e tra una cazzata e l'altra e un breve riscaldamento arrivano le ore 9.55, quindi ci dirigiamo tutti verso la partenza, infatti lo start sarà in comune, diversificando poi l'arrivo della 10 km. Corro in canottiera, si sta bene così!
Sono tranquillo, le sensazioni fisiche discrete, essere li è già stata la prima vittoria poi passare il traguardo sarà la seconda e fare il tempo che mi ero prefissato, la terza!
Si parte, primo km in leggera salita, parto piano guardandomi ancora intorno, mi ascolto, guardo un paio di volte il nuovo garmin, arriva il primo km ed è un 4.47, va bene, adesso siamo in piano, inizio a scaldarmi e il secondo km è un 4.33...mmh, troppo veloce, così non tengo, rallento un pelo ma vedo che senza grossi sforzi i km successivi li chiudo costantemente tra 4.36 e 4.39 senza ammazzarmi, solo in 2 tratti in cui ci sono 2 salite brevi ma molto importanti che portano su c.so moncalieri, il crono decelera sui 4.50.
Dal 7 km all'11 siamo di nuovo al valentino ma dall'altro lato del Po e transitando quasi alla mezza della mezza vedo i miei amici che avevano concluso la 10 km, mi incitano, mi danno carica, mi divertono, la media è 4.40/km, dentro di me penso che devo fare un altro giro ma mi sento bene, Gianluigi mi urla di muovere "ste gambe", vitaliano mi sfotte "forza ciccione" ma io so che devo mantenere quel ritmo perchè se crollassi avrei almeno un buon margine per chiudere nel tempo che speravo realmente cioè 1 ora e 42 minuti, forse 41... ma oltre no.
Siamo al 15 km, qui dovrebbero cominciare eventualmente i problemi, guardo l'orologio e siamo ancora a 4.37/km... cazzo, sto tenendo bene però, i pensieri vanno agli allenamenti dell'ultimo mese in cui la co(r)sa più veloce che avevo fatto erano 10 km a 4.37/km e la più lunga 20 km a 4.57 con pausa al km 19,2 per cagatina nel bosco, quindi la media che stavo tenendo in gara era ottima, rimanevo tra 4.39 e 4.40 al km senza raschiare il barile, ormai il mio gruppo era quello, 5-6 runners che si alternano davanti o dietro.
Al km 17 abbondante siamo di nuovo nel valentino lato B e guardando il cronometro realizzo che potrei stare sotto l'ora e 40'... faccio i calcoli per distrarmi mentre mantengo lo stesso passo; 20 x 20 fa 400 che diviso 60 fa oltre 6'.... oltre 6 minuti?? ops, quindi anche se mi sparassero alle gambe ormai sto sotto i 100 minuti...non ci credo, sono un D'IO!!
Arrivo negli ultimi 300-400 metri, salitazza seguita da discesazza e a 100m dal gonfiabile vedo ancora i miei amici che mi incitano, sono contento, rispondo con gesti irripetibili e mi avvio a tagliare il traguardo, esulto e bloccando il gps leggo 1.38.56 ufficializzato poi a 1.39.07(moh..).
Sono davvero contento, spero che questo sia il trampolino di lancio per un 2017 in cui tornare ai tempi migliori anche se con qualche anno in più!

ps. complimenti agli amici dell' equilibra running team per l'ottima organizzazione e anche per il percorso che personalmente mi è piaciuto molto!

Classifica della mezza che vale

Classifica della dieci che vale




10 commenti:

  1. Bellissima Maurizio! E che piacere rileggerti. se pianifichi un lento dalle mie parti dimmi che mi aggrego volentieri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Enri, sarebbe una figata "ritrovarsi"..che dici, canavesano 2017?

      Elimina
  2. Bravissimo Maurizio! E che piacere rileggerti, come dice bene Enrico. Dopo il lungo stop si sono riaccese le luci di posizione (podistica). Ora torni redivivo (revenant) nel regno delle corse e dei suoi ritmi, o nel regno dei pensieri che s'allontanano dai divani e dai suoi piaceri... Quello che t'ha spinto a rinumerare la vita (in minuti e chilometri) è... Se non sai rispondere è meglio :-) Ciaooo, A presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, anche se a me non ha preso un orso per fortuna ;-)
      anche a te spero di poter (ri)vedere prestoc

      Elimina
  3. icuginichecorrono16 novembre 2016 23:08

    Complimenti Maurizio bella descrizione della tua gara e delle sensazioni provate, io ho fatto la gara dei bambini ( eheheh ) alla prossima.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. scherzavo si sa... ma è meglio correre forte o resistere?
      forse resistere forte.... a presto

      Elimina
  4. il "concime" nel bosco stimola la crescita dei tartufi! ahah!
    ciao bello

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si però se c'è una giustizia quei tartufi dovrebbero essere i MIEIII!

      Elimina
  5. E' bello vedere un Blog riprendere vita, insieme al suo proprietario! Ciao! ;-)

    RispondiElimina